Assistenza sanitaria all’estero: in quali paesi è necessaria l’assicurazione sanitaria

Prima di partire per un viaggio bisogna sapere quali sono tutti i documenti necessari. Per alcune mete però c’è bisogno anche di stipulare un’assistenza sanitaria. Vediamo insieme quali sono questi stati.

chiudi

Caricamento Player...

Viaggiare all’estero per lavoro o per svago è tra le cose più belle e divertenti che ci possano essere. Divertirsi, rilassarsi e fare nuove esperienze è tra i principali obbiettivi di un viaggio. Però è necessario riuscire a vivere questi momenti di gioia con la massima sicurezza. Per essere certi di proteggere il proprio stato di salute in alcuni Stati è necessario stipulare un’assistenza sanitaria.

Assistenza sanitaria all’estero: Quali sono i paesi in cui è necessaria?

L’assistenza sanitaria permette di avere una copertura medica completa durante il soggiorno in uno stato estero. Anche se è possibile stipulare la copertura assicurativa medica per tutte le mete, ci sono alcuni casi in cui questa è necessaria.

Tra i paesi in cui bisogna assicurarsi prima di partire ci sono:

  • Stati Uniti
  • Canada
  • Federazione Russa
  • Messico e America Latina
  • Thailandia

Tutti questi stati esteri infatti non permettono ai propri turisti di curarsi nelle varie strutture cliniche e ospedaliere gratuitamente. Inoltre, in paesi come la Federazione Russa, l’assicurazione sanitaria è obbligatoria al fine dell’ottenimento del visto per l’ingresso nel paese.

L’assistenza sanitaria USA invece non è obbligatoria però è necessaria. Questo perché le cure mediche negli Stati Uniti sono molto costose e le parcelle possono anche superare diverse migliaia di dollari.

Per il Messico, l’America Latina e la Thailandia invece anche se esistono strutture sanitarie pubbliche. A causa delle condizioni economiche e igieniche di questi stati però si consiglia sempre il ricovero in strutture private a pagamento.

Copertura sanitaria all’estero e assistenza medica: come ottenerla

assistenza sanitaria estero
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/valigia-bagagli-bagaglio-borsa-468445/

Per avere una copertura sanitaria all’estero e la giusta assistenza medica, bisogna rivolgersi ad una compagnia assicurativa che permetta la sottoscrizione di una polizza medica.

Durante la sottoscrizione della polizza vi verranno richiesti diversi dati come: la destinazione del viaggio, le date di partenza e ritorno e infine i dati del passeggero.

Con questi pochi dati sarà possibile stipulare un’assicurazione sanitaria adatta per il luogo di destinazione e per lo scopo del viaggio.

Come funziona l’assicurazione sanitaria all’estero

L’assicurazione sanitaria all’estero offre diversi servizi medici e una copertura 24 ore su 24 che permette di avvalersi di alcune garanzie.

Si possono ottenere diversi benefici stipulando un’assicurazione medica. Per fare ciò bisogna includere due garanzie:

La garanzia infortuni che permette di coprire tutti i punti d’invalidità che derivano da un’incidente durante il viaggio, compreso quelli che si possono verificare sulle linee aree.

La seconda garanzia invece è quella che concerne il rimborso delle spese mediche.

Con la garanzia spese mediche si può sopperire a qualunque emergenza, malattia o infortunio che accade durante il viaggio. Sicuramente stipulando un’assicurazione medica di questo genere, si può viaggiare in massima sicurezza.

Attraverso la garanzia spese mediche improvvise si può ottenere un rimborso completo da parte dell’assicurazione. Nelle spese mediche sono incluse: malattia, infortunio, ricovero ospedaliero onorari medici, acquisto di farmaci, interventi ed accertamenti diagnostici.

Infine, in questa assicurazione vengono riconosciuti dei rimborsi anche in caso di atti terroristici durante il periodo di permanenza all’estero.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/beach-bella-blu-costa-panorama-84631/

Polizza Viaggio