Taranto, assolto un 31enne marocchino dall'accusa di violenza sessuale

Taranto, assolto un 31enne marocchino dall’accusa di violenza sessuale

Un uomo di origine marocchina di 31 anni è stato assolto a Taranto dall’accusa di violenza sessuale perché “il fatto non sussiste”.

TARANTO – Il Tribunale di Taranto ha assolto dall’accusa di violenza sessuale un ragazzo marocchino perché “il fatto non sussiste“. La vicenda risale allo scorso 21 agosto quando una giovane – insieme al suo fidanzato – ha accusato l’extracomunitario di aver abusato di lei. La minorenne aveva dichiarato agli inquirenti che il fermato aveva tanto di baciarla contro la sua volontà. Il compagno era intervenuto in sua difesa colpendolo con una bottiglia in testa.

Una storia che aveva scatenato molte polemiche anche a livello politico con il ministro Salvini che con un tweet condannava l’episodio: “Nel decreto sicurezza che ho in testa bestie come lui saranno prontamente rimandate al loro Paese“, scriveva il vicepremier. Anche altri politici del Carroccio si erano schierati contro il marocchino, a quei tempi accusato di violenza sessuale.

Polizia
Polizia (fonte foto: https://www.facebook.com/poliziadistato.it/)

Taranto, marocchino accusato di violenza sessuale: il Tribunale lo assolve

L’arresto dell’uomo era stato convalidato dal magistrato anche se durante il processo la testimonianza della ragazza non convinceva i giudici. Alla fine il Tribunale ha deciso di rimettere in libertà il 31enne perché “il fatto non sussiste“. Ora la giovane e il suo fidanzato rischiano di essere accusati di calunnia e falsa testimonianza.

Le indagini degli inquirenti nei prossimi giorni potrebbero ripartire da zero per fare luce ad un caso che al momento è ricco di punti ancora da chiarire. Dovrebbe essere risentito l’extracomunitario che si è sempre difeso. Dopo la vicenda, il fermato ha raccontato di aver aiutato la ragazza che era ubriaca. Prima le ha buttato l’acqua sul viso e successivamente sollevato le gambe.

Quattro mesi di carcere per l’uomo che ora cercherà di riprendere una vita normale anche se questa storia ancora non è stata definitivamente archiviata.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it

ultimo aggiornamento: 21-12-2018

X