Inizia con il botto il Mondiale indoor di atletica per l’Italia. Alessia Trost esce dal tunnel e conquista un bronzo che sa di oro in quel di Birmingham.

BIRMINGHAM – Alessia Trost è tornata. Nel primo giorno di gare ai Mondiali indoor di atletica in corso a Birmingham, l’azzurra ha conquistato un terzo posto nel salto in alto. Un bronzo che per lei sa di oro visto il periodo molto difficile trascorso in questi ultimi due anni. La 24enne friulana ha dovuto fare i conti con diversi lutti (come la perdita della mamma e dell’allenatore di sempre Gianfranco Chessa) che non l’hanno facilitata. Da un anno, però, si sta allenando con il papà di Tamberi ed ora i risultati sembrano tornare.

Atletica, Alessia Trost bronzo ai Mondiali indoor di Birmingham

Non è stata una gara esaltante per le avversarie con Alessia Trost che riesce ad approfittarne e conquistare un bronzo saltando 1,93, suo personale stagionale. La medaglia d’oro va all’imbattibile russa Maria Lasitskene che salta 2,01 e conquista la sua 38^ vittoria consecutiva. L’argento, invece, lo conquista la statunitense Vashti Cunningham che riesce a raggiungere la stessa misura dell’azzurra ma con un nullo di meno. La finanziera ritorna sul podio dopo l’argento conquistato agli Europei indoor di Praga nel 2015.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Ciclismo, Mondiali su pista: due bronzi e un argento per l’Italia

Gattuso-Milan, il rinnovo potrebbe slittare a fine stagione