Attacco hacker al governo Usa. I principali sospetti ricadono sulla Russia. Notizia riportata dal ‘New York Times’.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Governo Usa vittima di un attacco hacker. La notizia è stata riportata dal New York Times e riportata da La Repubblica. Le prime indiscrezioni parlano di pirati informatici legati a un Paese straniero e i sospetti sembrano cadere sulla Russia.

Non ci sono naturalmente conferme ufficiali, ma nel mirino sono finiti anche i dipartimenti del Tesoro e del Commercio. Diversi i sistemi di posta elettronica violati.

Accertamenti in corso

Le autorità locali hanno aperto un’indagine per cercare di accertare quanto accaduto. Non sarà semplice risalire al numero dei danni provocati da questo attacco, considerato da molti come uno dei più sofisticati di sempre. Si sospettano violazioni anche per alcune agenzie legate alla sicurezza nazionale, ma non si hanno conferme ufficiali.

Gli approfondimenti continueranno nelle prossime settimane per cercare di ricostruire meglio quanto successo e provare a risalire ai pirati informatici. Non sarà semplice scovare la propria identità, visto che dietro di potrebbe essere un Paese come la Russia. I sospetti non mancano, ma la certezza non si avrà fino a quando non ci saranno prove certe su quanto accaduto.

Casa Bianca
Casa Bianca

Anche Microsoft colpita dall’attacco hacker agli Usa?

Secondo i media statunitensi, anche Microsoft sarebbe stata colpita durante il grande attacco hacker sferrato contro gli Usa. Attacco che, secondo le ipotesi, sarebbe partito da Orion, un sistema per la gestione delle reti. Si tratta di un prodotto utilizzato da centinaia di migliaia di aziende, inclusa la Microsoft.

Vogliamo rassicurare i nostri clienti che non abbiamo identificato alcuna vulnerabilità nei prodotti o servizi cloud Microsoft nel corso delle indagini […]. Tutti i dati sono al sicuro“, ha assicurato il Presidente di Microsoft.

I sospetti sulla Russia

I sospetti si sono concentrati subito sulla Russia. La scoperta dell’attacco informatico, infatti, è arrivato a poco meno di una settimana dall’allarme lanciato dalla Nsa. Un avviso che parlava di imminenti hackeraggi da parte di persone vicine allo Stato russo.

Sono in corso tutti gli accertamenti del caso per cercare di ricostruire meglio quanto successo ed risalire all’identità dei pirati informatici. Non si ha la certezza dei danni procurati da questi attacchi, ma le autorità locali parlano di uno dei più sofisticati di sempre. E non si esclude un nuovo braccio di ferro tra Stati Uniti e Russia su quanto successo.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
politica Russia Stati Uniti Usa

ultimo aggiornamento: 14-12-2020


Mattarella: “Serve uno sforzo collettivo per superare l’emergenza coronavirus”

Londra torna ‘zona rossa’. Il ministro della Salute: “Nuova variante del Covid-19”