Nigeria, tre attentati nel nord-est del Paese

La striscia di sangue non si ferma in Nigeria. Tre attentati in poche ore hanno procurato la morte di 30 persone nell’area di Konduga.

KONDUGA (NIGERIA) – La striscia di sangue in Nigeria non si ferma. Boko Haram colpisce ancora e questa volta lo fa nell’area di Konduga con tre attentati in poche ore. Il bilancio è tragico: 30 morti e 42 feriti ma il numero potrebbe aumentare nelle prossime ore visto che i soccorsi sono ancora in corso.

Secondo quanto riportato dai media locali, i terroristi hanno scelto un luogo molto frequentato dai giovani. Il sito Daily Trust scrive di due donne e un uomo che si sono fatti saltare fuori da un locale pieno di civili che stavano guardando la televisione. Anche una quarta donna era pronta a farsi esplodere ma il meccanismo si è inceppato. Fermata dai presenti, è stata consegnata alla polizia.

Polizia Nigeria

Triplice attentato in Nigeria, nessuna rivendicazione

Le autorità locali hanno collegato questo attentato al gruppo terroristico Boko Haram ma ancora non si hanno delle certezze. Non c’è stata, finora, nessuna rivendicazione da parte dei miliziani ma tutto fa pensare ad una matrice locale.

I terroristi che fanno parte del gruppo di Boko Haram nelle ultime ore hanno colpito con molta forza. Tra il 16 e il 17 giugno ci sono stati diversi attentati e raid contro i villaggi provocando la morte di oltre cento persone. Al momento sono state fermate quattro persone ma le ricerche degli inquirenti proseguono per cercare di mettere fine a questa lunga striscia di sangue.

La leader politica locale, Hajiya Fatima, lancia un allarme ai governi internazionali: “Non ci sono abbastanza medici e infermieri per soccorrere le persone ferite e la gente sta morendo“. Un bilancio che sembra destinato ad aumentare con il gruppo terroristico Boko Haram che non ha nessuna intenzione di fermare la propria azione.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/ngpolice

ultimo aggiornamento: 17-06-2019

X