Attentati in Sri Lanka, bombe contro chiese e alberghi

Pasqua di sangue in Sri Lanka: bombe contro chiese oltre 300 vittime. Attacchi rivendicati dall’Isis

Sri Lanka, attentati nella mattina di Pasqua. Il bilancio conta oltre duecento vittime e più di quattrocento feriti. Colpiti hotel e chiese.

Pasqua di sangue in Sri Lanka dove oltre cento persone hanno perso la vita in una serie di attentati esplosivi contro tre chiese e tre alberghi. Il bilancio provvisorio parla di quasi trecento vittime e oltre quattrocento feriti ma si teme che il numero dei morti possa aumentare nel corso delle ore.

Attentati in Sri Lanka, bombe contro chiese e alberghi

Gli attentati hanno avuto luogo tra Colombo – la capitale – un’altra città del paese. Si tratta di un attacco mirato contro la minoranza cristiana, con le persone riunite per le celebrazioni della Pasqua, una festività che richiama nelle chiese centinaia di persone in occasione della tradizionale veglia.

Sri Lanka
fonte foto https://twitter.com/CentroAstalli

Il bilancio: otre trecento morti e più di quattrocento feriti

Il primo bilancio purtroppo non ancora definitivo sarebbe di oltre trecento vittime e oltre quattrocento feriti. Tra le persone rimaste uccise ci sarebbero anche diversi turisti stranieri che si erano recati in Sri Lanka per le festività. Si tratta di informazioni trasmesse dalle emittenti locali che troveranno una conferma solo dopo le verifiche da parte dei ministeri degli Esteri dei paesi eventualmente interessati dalla tragedia.

Si teme che il numero delle vittime possa aumentare nel corso delle ore a causa delle condizioni dei feriti, alcuni dei quali sarebbero stati ricoverati d’urgenza negli ospedali della capitale del paese.

Un attacco contro la minoranza cristiana

Per le autorità non ci sono dubbi che si tratti di un attacco indirizzato contro i cristiani, che rappresentano una nutrita minoranza nell’Asia meridionale.

L’attacco, organizzato da un gruppo potente di matrice jihadista, è proseguito anche nei giorni successivi alla Pasqua con nuove esplosioni e attacchi coordinati.

ultimo aggiornamento: 23-04-2019

X