Molotov contro il centro vaccini di Brescia, la denuncia del Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana: “Gesto assurdo e malavitoso”.

Alta tensione a Brescia, dove sono state lanciate due molotov, due bottiglie incendiarie, contro il centro vaccini situato in via Morelli. Fortunatamente non si registrano feriti ma sono ingenti i danni alla struttura.

Brescia, molotov contro il centro vaccini

L’attacco sarebbe avvenuto alle prime ore di sabato 4 aprile. Il centro vaccini è stato colpito da due molotov. Una è esplosa a terra, l’altra ha colpito il tendone. Fortunatamente lo scoppio dei due ordigni non ha causato un incendio nella struttura. A quel punto il centro vaccini sarebbe stato inutilizzabile a lungo.

Le indagini degli inquirenti

Sul caso indagano gli inquirenti. Nessuno ha rivendicato l’attacco e non sono noti i motivi che hanno spinto l’autore o gli autori a compiere l’attentato. Gli investigatori stanno analizzando le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella zona nella speranza di rintracciare i responsabili o il responsabile. Non è noto infatti se abbia agito un solo individuo o se l’attacco sia stato condotto da più soggetti.

Carabinieri
Carabinieri

Fontana, “Gesto assurdo e malavitoso”

Una bottiglia incendiaria è stata lanciata all’alba contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia. Fortunatamente non si registrano feriti e, non trovando nulla di infiammabile, l’incendio non si è propagato. Il centro è stato realizzato con i fondi della generosità bresciana, grazie all’iniziativa AiutiAMO Brescia avviata nel corso della prima ondata del Covid. Le Forze dell’Ordine stanno ricostruendo quanto accaduto attraverso le telecamere di sicurezza per identificare i responsabili di questo gesto assurdo e malavitoso”, ha scritto Fontana sulla propria pagina Facebook denunciando l’attacco al centro vaccini di Brescia.

Di seguito il post condiviso da Attilio Fontana sulla propria pagina Facebook.


Vibo Valentia, reddito di cittadinanza a boss della ‘ndrangheta: sequestrati 80 mila euro

AstraZeneca, i dati sui decessi in Gran Bretagna