Kabul, attentato esplosivo nei pressi del Ministero della Difesa. Tra i feriti anche donne e bambini, colpiti da schegge di vetro.

È di oltre sessanta feriti il bilancio del nuovo attentato a Kabul. L’attacco sarebbe stato condotto questa volta con un’autobomba fatta scoppiare nei pressi del ministero della Difesa. In seguito alla detonazione della macchina, imbottita di esplosivo, non sono stati compiuti attacchi da militanti-terroristi.

Attentato a Kabul, almeno sessantacinque feriti e sedici morti

Le notizie provenienti da Kabul, ancora molto frammentarie, parlano di una forte esplosione avvenuta nell’area tra lo stadio della città e la zona degli edifici istituzionali, sembra vicino al Ministero della Difesa.

Le prime informazioni arrivano da un’ufficiale intervenuto ai microfoni di Al Jazeera

Di seguito il tweet condiviso da AFP con la notizia dell’attentato.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Il bilancio

Secondo le fonti della polizia consultate dai media locali, ci sarebbero almeno sessantacinque feriti tra cui donne e bambini, e sedici morti. L’esplosione è avvenuta in un momento in cui la zona era particolarmente affollata, e le schegge di vetro e i detriti della macchina hanno colpito anche donne e bambini che si trovavano sulla via.

Non si hanno al momento notizie sulle condizioni dei feriti ma non si esclude che il bilancio possa purtroppo aggravarsi nel corso delle prossime ore.

La rivendicazione dell’attentato

L’attentato non è stato ancora rivendicato ma Kabul resta una zona di guerriglia n cui continuano a morire decine di persone, vittime di attacchi contro la popolazione in una guerra crudele combattuta contro i civili.

Nella città continuano ad essere attive cellule dell’ISIS, lo Stato Islamico che da anni miete terrore e vittime in giro per l’Europa, e i talebani.

ultimo aggiornamento: 01-07-2019


1 luglio, Hong Kong passa dal Regno Unito alla Cina

Nomine Ue, manca accordo nel Ppe. Timmermans stoppato