Scontro a fuoco nei pressi del museo del Louvre. L’aggressore si è scagliato contro i soldati brandendo un coltello. Museo e metro chiuse

Ancora tensione in Francia. E’ notizia di pochi minuti fa che un soldato francese (appartenente all’operazione Sentinelle) ha sparato ad un uomo nei pressi del quartiere del Louvre a Parigi, reagendo ad un’aggressione. In mattinata il capo della Polizia di Parigi, Michel Cadot, è intervenuto ai microfoni della stampa parlando dell’accaduto: l’aggressore è vivo, ma è stato gravemente ferito allo stomaco e al momento si trova in ospedale. Secondo quanto riferiscono i media francesi, poi, nello scontro sarebbe rimasto lievemente ferito alla testa anche un altro militare.

Attentato al Louvre: la dinamica dei fatti

L’attentato è avvenuto alle 9.45 nei pressi del Caroussel du Louvre, il centro commerciale che si trova vicino all’ingresso del museo. In totale i colpi sparati sono stati cinque. L’uomo si è lanciato contro i militari di sorveglianza al grido di “Allah Akbar” brandendo una o due armi bianche, probabilmente un coltello. Il capo della polizia ha apertamente parlato di attacco a connotazione terroristica. L’aggressore ha agito da solo, ma un’altra persona è stata fermata per presunta complicità. Le indagini sono comunque in corso.

Attentato al Louvre: evacuazione e controlli

La galleria del Louvre è stata evacuata e il museo è stato chiuso. All’interno sono presenti circa 250 persone che sono state portate in una zona di sicurezza. I visitatori verranno fatti uscire dalla struttura a piccoli gruppi e solo dopo una serie di verifiche. Le fermate della metro nella zona sono state chiuse, mentre il ministro degli Interni francese ha annunciato un’importante operazione di polizia.

ultimo aggiornamento: 03-02-2017


Argentina – Topless in spiaggia, atto osceno in luogo pubblico… anzi no! Il giudice lo autorizza

È ancora allarme terrorismo in Francia: sparatoria nei pressi del Louvre