Attentato a Kabul, terroristi attaccano il ministero dell'Informazione

Attentato a Kabul, terroristi attaccano il ministero dell’Informazione

Paura a Kabul. I terroristi hanno attaccato il ministero dell’Informazione afghano che si trova vicino al palazzo presidenziale.

KABUL (AFGHANISTAN) – La striscia di sangue a Kabul non si ferma neanche in questo sabato di Pasqua. Nella mattinata del 20 aprile 2019 alcuni attentatori hanno assalito il ministero dell’Informazione afghano, situato vicino al palazzo presidenziale. Secondo quanto riportato dalla BBC, c’è stato una sparatoria tra le forze di sicurezza e i terroristi. Uno di questi è deceduto nel conflitto a fuoco mentre gli altri sono riusciti a scappare.

Finora non c’è stata nessuna rivendicazione ma le indagini proseguono per cercare di capire la matrice di questo attentato a Kabul.

Afghanistan
fonte foto https://twitter.com/BerniniAM

Attentato a Kabul, terroristi cercano di entrare nella sede del ministero dell’Informazione

L’allarme è scattato intorno alle 9:10 italiane quando il portavoce del ministero dell’Informazione ha parlato di un attentato alla struttura governativa. Tre o quattro attentatori hanno preso di mira l’edificio provando ad entrare nella sede che al suo interno ospita degli uffici dell’attuale maggioranza.

Immediata la reazione delle forze di sicurezza che si trovavano in quel momento nell’edificio. Il bilancio è di un morto (uno dei terroristi) e nessun ferito. Gli altri attentatori sono riusciti a fuggire facendo perdere le proprie tracce.

L’attentato al momento non è stato rivendicato ma il sangue in Afghanistan continua a non fermarsi. Kabul nelle scorse settimane è stata sempre più vittima di attentati che hanno aumentato il bilancio delle vittime civili. L’ultimo al ministero dell’Informazione con i terroristi che hanno cercato di introdursi nella sede governativa.

Gli agenti sono riusciti a fermare il blitz degli attentatori, uccidendone uno. La situazione ora sembra essere ritornata alla normalità ma l’attenzione continua ad essere molto alta in tutta l’Afghanistan visto che in futuro si potrebbero verificare altri eventi simili nel Paese sempre più messo in ginocchio dal terrorismo.

fonte foto copertina https://twitter.com/BerniniAM

ultimo aggiornamento: 20-04-2019

X