Attentato New York, arrestato un uzbeko di 29 anni. L’FBI indaga per terrorismo

L’uomo è stato ferito dalla polizia ed al momento si trova in ospedale dove è stato operato. Il numero dei morti sarebbe salito a 8.

chiudi

Caricamento Player...

NEW YORK – L’America piomba nuovamente nell’incubo terrorismo. Questo pomeriggio un furgone è piombato su una pista ciclabile. Il bilancio al momento è salito a 8 morti (6 sul colpo e 2 in ospedale) e ben 15 feriti. L’uomo sarebbe sceso dal mezzo e avrebbe gridato “Allah Akbar” prima di essere ferito all’addome dalla polizia.

L’attentatore sarebbe un 29enne uzbeko: al momento si trova in ospedale

Secondo le prime indiscrezioni che arrivano dagli Stati Uniti l’attentatore sarebbe un uzbeko di 29 anni, Sayfullo Habibullaevic Saipov, residente a Tampa in Florida. L’uomo è stato operato poco fa e al momento non si trova in pericolo di vita all’ospedale di New York. L’attacco sarebbe stato fatto da un “lupo solitario” e l’FBI non vede al momento un rischio immediato.

Dopo l’attentato delle Torri Gemelle nel 2001, questo è il primo attentato di rilievo a New York, cioè con un numero così alto di vittime. In un tweet Rita Katz, direttrice del Site, annuncia come l’attentato era annunciato visto l’Isis tempo fa in una foto compariva un furgone. Inoltre sempre sul sito del Califfato compariva una foto di un sostenitore dell’Isis scattata in agosto a Manatthan a meno di un miglio dal luogo dell’attentato.