Attento Milan, il Leicester su Praet: 18 milioni sul tavolo

Attento Milan, il Leicester su Praet: 18 milioni sul tavolo

Il Milan non ha abbandonato la pista che porta al doriano Praet. Oggi c’è stato l’inserimento del Leicester: ecco la risposta del diretto interessato

Dopo aver visto sfumare Veretout, Ceballos e Torreira, il Milan vuole chiudere il cerchio per un centrocampista tecnico da inserire come mezzala nel fatidico rombo costruito da Giampaolo. Se Bennacer sarà deputato a coprire il ruolo di vertice basso, con uno tra Paquetà, Suso e Calhanoglu a fungere da mezzapunta, si comprende come serva un interprete ideale in un settore nevralgico del terreno di gioco. Le due mezzali, nel sistema di Giampaolo, hanno ruoli diversi: una è più difensiva (potrebbe essere in tal senso Kessie), l’altra è più tecnica. Dennis Praet potrebbe essere l’interprete ideale. Arrivare al talento belga, però non sarà facile. Ecco perché.

Milan, Leicester su Praet: il diretto interessato, però, dice “no”

Il portale specializzato Tuttomercatoweb ha evidenziato come nelle scorse ore il Leicester abbia provato a piazzare un’offerta per arrivare a Dennis Praet. Le Foxes, secondo quanto raccolto da TMW, avrebbero offerto alla Sampdoria la cifra di 18 milioni di euro.

Una somma che però non è sufficiente ad assicurarsi le prestazioni del centrocampista, dato che il club di Ferrero ne chiede 25. Lo stesso Praet poi, una volta appresa la notizia, avrebbe affermato di non essere troppo interessato alla prospettiva Leicester. L’interesse tra il belga e il Milan è quindi reciproco: quest’ultimo rifiuto è un altro elemento a favore di questa tesi.

Massimo Ferrero
Massimo Ferrero

Milan, per avere Praet devi trovare un accordo con Ferrero

Scampati i pericoli Valencia e Leicester, quindi, rimane da superare forse l’ostacolo più duro. Quello rappresentato dal presidente della Sampdoria Massimo Ferrero che, ovviamente, non ha voglia di svendere i propri gioielli. La cifra di 25 milioni è stata giudicata alta dal Milan: il tempo per giungere a un accordo tra le parti, comunque, c’è.

ultimo aggiornamento: 23-07-2019

X