Audi Prologue Avant: First Class

La Audi Prologue Avant, show car del marchio dei quattro anelli che debutta a Ginevra, apre nuovi scenari nel mondo delle berline di lusso.

Sugli aerei una volta il massimo della comodità era offerto dalla business class. Poi per salire ulteriormente in lusso e comfort fu introdotta la first class. In Audi hanno deciso che anche per le loro berline top di gamma sia venuto il tempo di una ulteriore evoluzione, capace di proiettarle, di diritto, nel dorato mondo delle limousine, dove lusso e comfort non conoscono limiti.

Nel novembre 2014 al Salone di Los Angeles è stata presentata la concept car Audi Prologue che già tracciava le linee guida sviluppate oggi sulla show car Audi Prologue Avant che si appresta a debuttare fra pochi giorni a Ginevra. Colpisce la carrozzeria a cinque porte dalle dimensioni importanti: è lunga 5,11 metri e larga 1,97 metri. Il guidatore e i tre passeggeri godono del massimo comfort nel lussuoso abitacolo, dove prevalgono le tonalità cromatiche scure. Chi siede nella parte posteriore, sprofonda in due comode poltrone da lussuosa lounge ed ha un ampio spazio a disposizione.

Le raffinatezze si sprecano, come la modanatura traforata che copre la fascia dove sono integrate le bocchette di aerazione: se la climatizzazione viene impostata su valori elevati, la copertura si abbassa. Che dire poi del display OLED, ovvero Organic Light Emitting Diodes, diodi luminosi organici, integrato nella consolle centrale. Non soltanto garantisce immagini brillanti ed estremamente nitide ma, grazie alla sua struttura flessibile, modifica il proprio angolo di inclinazione in base alla posizione degli schienali. Tramite il display touch è possibile regolare i sedili, la climatizzazione, gli impianti audio/video e l’illuminazione del vano posteriore nonché comunicare dati con il conducente e il passeggero anteriore. Quando si abbandona la vettura il display scompare automaticamente nella consolle centrale, pronto a riapparire quando i passeggeri salgono a bordo. Attivando l’impianto audio, dalle coperture dei passaruota posteriori fuoriesce un soundspoiler che permette di diffondere omogeneamente la musica nell’abitacolo a livelli da sala da concerto. Sugli schienali del sedili anteriori sono montati due tablet Audi che possono essere estratti e utilizzati anche al di fuori dell’auto. Il software intelligente «Butler» è poi in grado di identificare gli occupanti sulla base dei loro smartphone e regola i sedili e la climatizzazione tenendo conto delle loro preferenze.

Anche se l’Audi Prologue Avant ben si adatta alla guida con autista, non per questo rinuncia al DNA sportivo della casa e al piacere delle prestazioni. Il propulsore ibrido plug-in è pressoché identico a quello della Audi Q7 e-tron quattro, che entrerà sul mercato nell’estate del 2015. Il 3.0 TDI dispone di una potenza di 353 CV (260 kW); il motore elettrico, integrato nel cambio tiptronic a otto rapporti, fornisce ulteriori 100 kW consentendo di raggiungere i 455 CV (335 kW) con coppia di 750 Nm. Il cambio trasmette la potenza alla trazione integrale permanente quattro. La show car passa da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 250 km/h.

Numerosi degli innovativi sistemi presenti sulla Audi Prologue Avant saranno sviluppati anche sulle vetture di serie. Per esempio quando il conducente sterza alle basse e medie velocità, le ruote posteriori vengono sterzate fino a 5 gradi nel senso opposto a quello delle anteriori. Ciò consente alla vettura, nonostante la lunghezza non indifferente, di ruotare su se stessa con facilità.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

 

ultimo aggiornamento: 26-02-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X