Il fratello di George Floyd al Congresso: “Vi chiedo, quanto vale la vita di un afroamericano?”

WASHINGTON (STATI UNITI) – Audizione davanti al Congresso per il fratello di George Floyd che ha duramente attaccato il Governo: “Mio fratello non meritava di morire per 20 dollari. Vi chiedo, quanto vale la vita di un afroamericano? Venti dollari? Siamo nel 2020. Quando è troppo è troppo“.

E ha aggiunto: “Non vi posso dire il dolore che si prova nel vedere il proprio fratello morire chiamando mamma e implorando per la vita“.

“Sono stanco di questo dolore”

Il fratello di Floyd si è detto “stanco di questo dolore. Sono qui per dirvi di fermare questo dolore, non fateci più essere stanchi. Fate in modo che mio fratello sia qualcosa di più dii un altro volto su una t-shirt, un altro nome in una lista che non smette di allungarsi“.

Philonise ha lanciato anche un appello al governo americano: “Mio fratello ha chiesto aiuto ed è stato ignorato. Io vi chiedo di ascoltare la mia richiesta, della mia famiglia e che arriva delle strade di tutto il mondo. Onorate la sua memoria, onorate George“. In conclusione ha chiesto di “fare dei cambiamenti positivi, di riformare la polizia in modo che sia la soluzione e non il problema. Se la sua morte porterà a cambiare in meglio il mondo allora è morto come è vissuto e spetta a voi fare in modo che la sua morte non sia avvenuta invano“.

Morte George Floyd
01/06/2020 Stati Uniti – proteste per la morte di George Floyd Imago//Image nella foto: proteste

Le manifestazioni per George Floyd non si fermano

Continuano senza sosta le manifestazioni per George Floyd in tutto il mondo. Rispetto ai primi tempi sono cortei pacifici con le violenze e gli scontri che sembrano essere finiti.

Una morte quella dell’afroamericano che non sarà mai dimenticata con gli Stati Uniti che a breve potrebbero decidere di rendere illegale la stretta al collo.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca Donald Trump George Floyd Stati Uniti

ultimo aggiornamento: 10-06-2020


Test sierologici gratuiti per 150mila cittadini. Il Senato approva il decreto

Migranti, naufragio al largo della Tunisia, strage di donne. Tra le vittime anche bambini