Il ministro Orlando in Senato: “Dobbiamo scongiurare con tutti i mezzi il rischio di una generazione perduta”.

ROMA – Il ministro Orlando in audizione in Senato ha fatto il punto sulle prossime mosse economiche del governo: “Andiamo verso una proroga del blocco dei licenziamenti – ha assicurato, riportato da RaiNewsnel caso dei lavoratori che dispongono di strumenti ordinari sarà, in qualche modo, ad un termine che sarà definitivo. Per coloro che non sono coperti da strumenti ordinari, invece, sarà agganciato ad una riforma degli ammortizzatori sociali […]. Il nostro obiettivo è quello di scongiurare con tutti i mezzi il rischio di una generazione perduta“.

“Potenziale le infrastrutture sociali”

Il ministro ha parlato anche del tema rilancio per il settore del lavoro: “I numeri che riguardano l’occupazione femminile in Italia impongono un’azione sia utilizzando strumenti indiretti già previsti che vanno rafforzati e messi a sistema, come sgravi e contributi, sia attraverso interventi diretti per la ripresa dell’occupazione femminile. In particolare utilizzando le risorse del Next Generation Ue per potenziare le infrastrutture sociali”.

La povertà continua a crescere – ha aggiunto – siamo di fronte ad un tema drammatico come quella del lavoro povero, un lavoro che non riesce ad offrire stabilità e sicurezza alle persone […]. Il grave impatto della pandemia è stato contenuto sia da misure strutturali che da quelle realizzate durante l’emergenza“.

Andrea Orlando
Andrea Orlando

“Reddito di cittadinanza importante in questo periodo”

Orlando si è soffermato anche sul reddito di cittadinanza: “E’ stata una misura importante in questi mesi per oltre un milione e mezzo di nuclei familiari. A questi si è aggiunto anche il reddito di emergenza. Misure che hanno permesso alla crisi economica di non diventare (ancora) sociale. Nei prossimi mesi saremo chiamati ad affrontare argomenti come Ilva e Alitalia. Grandi crisi che hanno bisogno un cambio un cambio di passo“. E le risposte, in questo senso, devono essere immediate.


Minacce e insulti a Mattarella, decine di perquisizioni

Borse 11 marzo, Piazza Affari in rialzo. Spread sotto i 100 punti