Pensioni, Boeri: “Con quota 100 il debito cresce”. Salvini: “Deve dimettersi”

Inps, Tito Boeri lancia l’allarme sulla riforma delle pensioni: “Porta a un incremento del debito pensionistico nell’ordine di 100 miliardi”.

Continuano ad arrivare critiche alla manovra economica varata dal governo. Questa volte l’allarme viene da Tito Boeri, presidente dell’Inps, e riguarda la riforma della legge sulle pensioni. La Lega e il Movimento Cinque Stelle spingono per la riforma della Legge Fornero e dal Carroccio fanno sapere di voler avviare la Quota 100 (Cos’è e come funziona la Quota 100) fissando a sessantadue anni il minino anagrafico e a 38 quello contributivo.

Tito Boeri: “Introdurre nel sistema previdenziale la quota 100 con un minimo di 62 anni di età porta a un incremento del debito pensionistico”

Intervenuto in audizione di fronte alla Commissione del Lavoro della Camera, Tito Boeri ha fatto il punto sulla proposta della riforma pensionistica facendo sapere che il rischio è quello di veder aumentare il debito del sistema pensionistico di almeno cento miliardi di euro.

 Introdurre nel sistema previdenziale la quota 100 con un minimo di 62 anni di età e 38 di contributi insieme allo stop all’indicizzazione alla speranza di vita per i requisiti contributivi nella pensione anticipata porta a un incremento del debito pensionistico destinato a gravare sulle generazioni future nell’ordine di 100 miliardi ha dichiarato Boeri come riportato dall’ANSA. Non possiamo esimerci dal lanciare un campanello d’allarme“.

Tito Boeri
fonte foto https://www.facebook.com/business.ita/

Boeri, critiche sui vantaggi del provvedimento

Secondo Tito Boeri la riforma preparata dal governo porterebbe un vantaggio limitato sia per quanto riguarda la platea delle persone coinvolte sia per il risvolto economico. Secondo le stime presentate dal presidente dell’Inps, il risparmio legato al nuovo sistema pensionistico sarebbe inferiore ai 150 milioni di euro.

Salvini attacca Boeri: “Deve dimettersi”

Alle parole di Tito Boeri non si è fatta attendere la risposta di Matteo Salvini che sulla propria pagina Facebook scrive: “Da italiano invito il dottor Boeri, che anche oggi difende la sua amata legge Fornero, a dimettersi dalla presidenza dell’Inps e a presentarsi alle prossime elezioni chiedendo il voto per mandare la gente in pensione a 80 anni. Più alcuni professoroni mi chiedono di non toccare la legge Fornero, più mi convinco che il diritto alla pensione per centinaia di migliaia di italiani (che significa diritto al lavoro per centinaia di migliaia di giovani) sia uno dei meriti più grandi di questo governo“.

Da italiano invito il dottor Boeri, che anche oggi difende la sua amata legge Fornero, a dimettersi dalla presidenza…

Pubblicato da Matteo Salvini su Giovedì 11 ottobre 2018

fonte foto copertina https://www.facebook.com/business.ita/

ultimo aggiornamento: 11-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X