Lazio non inserita negli auguri di Buon Anno della Lega Serie A. Immediate le scuse e la modifica del post.

ROMA – “Pronti per nuove emozioni, pronti per nuove sfide, pronti per tornare in campo, pronti per dare tutto. Insieme“. E’ questo il post che accompagna gli auguri di Buon Anno della Lega Serie A. Tutto secondo tradizione se non per l’assenza della Lazio.

Una svista, infatti, ha portato l’immagine di ogni calciatore senza un rappresentante del club biancoceleste. Immediate le scuse e la modifica da parte della Lega, ma ormai era troppo tardi per evitare l’ironia social.

La gaffe della Lega Serie A

Non è la prima volta che la Lega Serie A decide con un post di fare gli auguri ai tifosi. Questa volta, però, nell’immagine non è stato inserito un rappresentante della Lazio.

Serie A
Serie A

Immediata la reazione degli utenti social attraverso critiche e commenti ironici. La Lega è intervenuta eliminando il post e pubblicandolo uno nuovo con la presenza di Ciro Immobile. “Pronti per nuove emozioni. Pronti per nuove sfide. Pronti per tornare in campo. Pronti per dare tutto. Insieme. Ps: ora ci siamo tutti“.

La Serie A prepara la ripartenza

La Serie A prepara la ripartenza dopo la sosta di una settimana per le festività natalizie. Una volata per tutte le compagini, chiamate ad ottenere il maggior numero possibile di vittorie per cercare di guadagnare il massimo dei punti e raggiungere gli obiettivi prefissati ad inizio stagione.

Una seconda parte di campionato che si preannuncia molto equilibrata e, soprattutto, che potrebbe essere decisa dai dettagli. Da ora in poi nessuna squadra può permettersi errori. Nella volata scudetto Milan e Inter sembrano avere un minimo vantaggio sulle dirette concorrenti, ma non sarà semplice gestire il distacco visto l’equilibrio che si è registrato nella prima parte della stagione e l’assenza dei tifosi sugli spalti.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
calcio calcio news Lazio Serie A sport

ultimo aggiornamento: 02-01-2021


2 gennaio 1971, il secondo “Disastro dell’Ibrox”

Gli eventi sportivi più importanti del 2021