In Lombardia il periodo di quarantena è stato aumentato a 28 giorni. Ecco perché.

MILANO – In Lombardia il periodo di quarantena è stato aumentato da 14 a 28 giorni. La decisione è stata annunciata dall’assessore al Welfare, Giulio Gallera, nella consueta conferenza stampa.

Sta uscendo una linea guida – ha precisato l’esponente della giunta Fontana – una linea guida che prevede che la quarantena duri fino al 3 maggio. Chi è a casa dal lavoro avrà un certificato dal medico di allungamento della quarantena. I 14 giorni servono per vedere se compaiono i sintomi, ma molte persone dopo questo periodo sono ancora positive. L’idea, quindi, è quella di fissare il tempo massimo a 28 giorni.

Galli: “I casi sono dieci volte di quelli accertati”

Il trend ufficiale in Lombardia sembra iniziare a decrescere ma Massimo Galli ai microfoni di Sky Tg24 frena: “I casi veri a Milano sono forse 5-6 volte di quelli accertati mentre in Lombardia possono arrivare a dieci“.

Il problema, secondo il professore, è che “molte persone sospettano di avere l’infezione ma non hanno potuto avere una diagnostica visto che non siamo in grado di garantire loro il test“. E sulla riapertura dice: “Non possiamo anticipare. La ripartenza dovrà avvenire solo quando avremo in mano le strategie giuste“.

Massimo Galli
Il professore Massimo Galli (fonte foto https://twitter.com/_CircoMassimo_)

Burioni sul tracciamento: “Babbeo chi mette privacy prima della salute”

Il virologo Roberto Burioni è ritornato sulle polemiche che hanno coinvolto il possibile tracciamento per individuare i positivi: “Mi spiace – ha affermato il professore – ma tra salute e privacy c’è una priorità ben definita. Che è meglio affermare con molta chiarezza. Chi di fronte a una epidemia che sconvolge le nostre vite, decide di spegnere Gps e Bluetooth lo classifico tra i babbei“.

Ricordiamo che l’ipotesi di un tracciamento per trovare le persone contagiate e i loro contatti è una di quelle che il Governo sta vagliando per un’eventuale ‘fase 2’.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Omicidio nel Mantovano, ucciso un 43enne indiano

Locatelli (Css), ‘Riaprirei scuole a settembre’. Burioni, “Per fase 2 servono tamponi, mascherine e app’