La Nazionale di calcio dell’Austria ha avuto il suo miglior periodo negli Anni ’30. Era il Wunderteam con Meisl in panchina e Sindelar in campo.

Sabato sera si gioca Italia-Austria, gara valida per gli ottavi di finale di Euro 2020. Le due Nazionali si sono affrontate ben 37 volte nella storia e, sicuramente, il primo confronto in assoluto rimane a oggi il più prestigioso.

La nascita dell’Austria

La prima partita disputata dalla nazionale austriaca risale al 12 ottobre 1902, una vittoria con il punteggio di 5-0 contro l’Ungheria. Magiari e austriaci, all’epoca politicamente uniti sotto l’Impero austro-ungarico, erano separati calcisticamente in due federazioni distinte.

Il Wunderteam

Il miglior periodo della nazionale biancorossa è senza ombra di dubbio quello degli Anni ’30. Il tecnico Hugo Meisl, in carica dal 1919, costruisce una formazione strabiliante, denominata Wunderteam, “la squadra delle meraviglie”. In campo domina il talento di Matthias Sindelar, il capitano, considerato il miglior calciatore austriaco di tutti i tempi.
Nei primissimi anni del decennio, dunque, la selezione inanellò una serie di 14 risultati utili consecutivi, tra l’aprile del 1931 e il dicembre 1932. Questa serie di risultati permise all’Austria di vincere la seconda edizione della Coppa Internazionale, considerata l’antenata dei moderni Campionati europei.
Ai Mondiali del 1934 la squadra era tra le favorite ma in semifinale dovette cedere ai padroni di casa dell’Italia (1-0, Guaita). L’Austria terminò al quarto posto, perdendo la finale per il podio contro la Germania nazista.
Alle Olimpiadi di Berlino i biancorossi arrivarono alla finalissima ma ancora una volta perdono di misura contro gli azzurri di Vittorio Pozzo.
L’epopea del Wunderteam termina praticamente con la morte di Meisl e con l’Anschluss, ossia l’annessione da parte del Terzo Reich.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=VBsBdQFcmoA&ab_channel=fideoboca

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Calciomercato, Inter su Raspadori. Il Milan sonda il terreno con Cengiz Under

Chi è Paolo Maldini: la carriera e la vita privata