Auto su traghetto: documenti per l’estero

Viaggiare in traghetto con la propria auto: ecco i documenti che servono per l’estero

chiudi

Caricamento Player...

Quando si viaggia in traghetto è opportuno conoscere in modo dettagliato tutte le direttive richieste dalla compagnia marittima che vi ospiterà. L’euforia della vacanza a volte, può far passare di mente questioni fondamentali in merito all’organizzazione del viaggio. Quindi per prepararsi al meglio per la vacanza, ecco qui di seguito qualche utile consiglio

Consigli per prepararsi alla partenza

La prima cosa da ricordare è di portare con sé non soltanto i documenti di viaggio, consegnati al momento della prenotazione, ma occorre avere anche il documento d’identità valido per l’espatrio. A seconda dell’età, della destinazione e della nazionalità, bisogna esibire passaporto o carta d’identità.

Sono i passeggeri ad essere tenuti a proprie spese e responsabilità a verificare prima dell’imbarco, tutti i documenti e quelli relativi al proprio veicolo presso le autorità di polizia preposte, allo scopo di accertare che i medesimi siano idonei per l’entrata nel paese di sbarco.

Se i documenti non sono idonei per l’espatrio la compagnia non rimborserà le spese sostenute del passeggero.

In aggiunta, un altro piccolo consiglio è il seguente: prima di partire è necessario controllare le indicazioni sul punto di imbarco al fine di evitare di sbagliare strada e arrivare in ritardo. Gli uffici portuali sono aperti due ore prima della partenza. Prima di accedere alle navi dunque, è necessario compiere l’azione di check-in.

Il tempo limite di presentazione è di almeno 30 minuti per i passeggeri senza veicolo, almeno 90 minuti per coloro che devono imbarcare anche il proprio veicolo. Erroneamente a quanto si pensa, i veicoli non verranno imbarcati secondo un ordine cronologico, ma in base alle disposizioni impartite dal Comandante stesso.

Auto su traghetto: bisogna segnalare se il nostro mezzo dispone di un sistema GPL

I veicoli alimentati a gas liquido (GPL) devono essere segnalati prima dell’imbarco alla compagnia di navigazione. Infatti queste autovetture devono essere parcheggiate in una sezione specifica dei garage. L’accesso al garage è permesso solo all’autista del veicolo.