I primi risultati dell’autopsia su Camilla hanno confermato che la morte è stata dovuta ad una emorragia cerebrale. Diversi i punti da chiarire.

GENOVA – Una emorragia cerebrale: è questa la causa della morte di Camilla secondo i primi risultati dell’autopsia effettuata sul corpo della 18enne. Nei prossimi giorni i consulenti nominati dalla Procura dovranno effettuare ulteriori approfondimenti per chiarire meglio i motivi che hanno portato al decesso della giovane.

I punti da accertare sono diversi e i risultati degli approfondimenti medici potranno chiarire molto in una vicenda che continua a far parlare in Italia.

L’indagine

L’indagine è ancora in corso e i punti da chiarire sono diversi. La Procura di Genova nei prossimi giorni potrebbe ascoltare ancora una volta le persone coinvolte in questa vicenda. Ma un aiuto importante dovrebbe arrivare dagli esami autoptici sul corpo di Camilla.

In particolare gli inquirenti vogliono capire se davvero la ragazza soffrisse di una malattia autoimmune e soprattutto se ne era a conoscenza. Su questo tema le versioni sono differenti e non sarà semplice arrivare ad una soluzione in poco tempo. Toccherà ai medici accertare le cause della morte di Camilla e presto ci potrebbero essere importanti novità. Una vicenda che continua ad essere ricca di punti da chiarire.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Ambulanza

La versione della famiglia

Sono diversi i fatti da accertare e la versione della famiglia continua ad essere diversa da quella ipotizzata dai medici. Secondo quanto riferito dal legale dei genitori di Camilla, la ragazza al momento della vaccinazione non era a conoscenza della malattia autoimmune e per questo motivo non l’ha segnalata sul foglio prima della somministrazione.

A chiarire questo passaggio sarà sicuramente l’autopsia. Per questo motivo i medici preferiscono non tralasciare nessuna ipotesi almeno fino a quando non si hanno delle certezze sulle cause della morte delle 18enne provocata da una emorragia cerebrale.


Maturità 2021 al via, 540mila studenti chiamati a sostenere l’esame

Somalia, attacco terroristico a Mogadiscio: diverse le vittime