Jesolo, baby gang insulta e prende a botte tre bagnini

A Jesolo una baby gang ha insultato e picchiato tre bagnini per averli costretti a spostarsi da una zona interdetta. Identificati alcuni aggressori.

JESOLO (VENEZIA) – Baby gang in azione a Jesolo, in provincia di Venezia. Un gruppetto di trenta ragazzini hanno prima insultato e poi picchiato tre bagnini, colpevoli di averli costretti a spostarsi da una zona interdetta. Decisivo l’intervento della polizia che ha identificato alcuni degli aggressori e nelle prossime ore spera di poter risalire ai nomi anche delle altre persone.

L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri (domenica 30 giugno 2019) sulla spiaggia vicino la Torretta 16. I tre bagnini sono stati trasportati in ospedale ma le condizioni non sono gravi.

Jesolo, bagnini picchiati da una baby gang. Cattai (Federconsorzi): “Pene severe contro questi teppisti”

L’aggressione è stata condannata dal presidente di Federconsorzi, Renato Cattai, riportato dal sito di La Repubblica: “Pene severe contro questi teppisti. E da parte nostra ci costituiremo parte civile. E’ inammissibile che succedano situazioni del genere da parte di quattro teppisti. Ai nostri angeli, perché così devono essere considerati tutti coloro che ogni giorno lavorano per la sicurezza in mare, va tutta la nostra solidarietà“.

Il gesto – conclude il presidente – deve essere condannato e stigmatizzato visto che è avvenuto in mezzo ai turisti ed hanno impedito anche eventuali interventi di salvataggio“.

Spiaggia
Fonte dell’immagine: https://pixabay.com/it/photos/spiaggia-mare-vacanza-estate-acqua-4103039/

Bagnini aggrediti a Jesolo: le indagini

Le indagini proseguiranno nei prossimi giorni per cercare di individuare gli altri teppisti. Secondo quanto riportato dagli inquirenti, la baby gang era composta da una trentina di ragazza di età compresa tra i 15 e i 16 anni tra italiani e stranieri. Gli aggressori sono residenti a Treviso città e provincia.

Le condizioni dei tre bagnini non sono gravi. Nelle prossime ore saranno ascoltati dagli inquirenti per cercare di ricostruire meglio la vicenda e cercare di identificare alcuni degli aggressori.

fonte foto copertina https://pixabay.com/it/photos/spiaggia-mare-vacanza-estate-acqua-4103039/

ultimo aggiornamento: 01-07-2019

X