L’ex attaccante del Milan, Mario Balotelli, ha parlato del momento di difficoltà della squadra rossonera.

Il Milan è in un momento decisamente negativo e confusionario. Tutti lo notano, tutti lo sanno. Anche Mario Balotelli. L’ex attaccante rossonero, intervistato da Sky Sport, ha parlato proprio della squadra di Gattuso, sottolineandone le difficoltà: “Io amo il Milan, ma devo essere sincero: il Milan è in una situazione complicata, non vorrei mai andarci e che la gente pensasse che sono io la causa per cui il Milan va male, come successo in passato. Non vorrei andare al Milan pensando di essere il salvatore e poi essere accusato di colpe che non ho. Io rischio sempre questo“.

Balotelli e il Milan: “Volevo salutare la squadra, ma un dirigente ha detto di no…

L’attaccante del Nizza ha poi rivelato un particolare piuttosto indicativo dello stato di grande tensione in cui versa l’ambiente rossonero. Queste le sue parole: “Volevo andare a salutare la squadra, avevo già sentito Ignazio Abate, ma un dirigente ha detto no. Penso sia Fassone, che vuole la squadra in ritiro punitivo. Non sono accette persone dall’esterno, ma mi dispiace. Mi avrebbe fatto piacere salutare i compagni“. Un ennesimo segnale di come al Milan, in questo momento, le cose non vadano bene.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio ivm Mario Balotelli milan ritiro

ultimo aggiornamento: 20-12-2017


Juventus-Genoa, Massimiliano Allegri: “Obiettivo raggiunto. Dybala? Ha fatto bene”

Bonucci, rebus di mercato? Il Manchester City si fa sotto per il rossonero