C’è il lieto fine nella storia di Cleo, la bambina di 4 anni scomparsa in Australia. La piccola è stata ritrovata. È viva e in buone condizioni di salute.

È stata ritrovata Cleo Smith, la bambina di 4 anni scomparsa in Australia la notte del 16 ottobre. La bambina, come riferiscono le autorità australiane, è viva e sta bene. È in buone condizioni di salute anche se evidentemente provata per l’accaduto. Un uomo è stato fermato per il rapimento della bambina.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Cleo, la bambina di 4 anni scomparsa in Australia: era in campeggio con i suoi genitori

Cleo Smith, 4 anni, era scomparsa la notte del 16 ottobre. La piccola si trovava in campeggio in una località dell’Australia occidentale. La piccola dormiva nella tenda con i suoi genitori.

L’ultima persona ad averla vista era stata la mamma, che nel corso della notte le aveva dato dell’acqua. La bambina infatti, secondo il racconto della donna, si sarebbe svegliata nella notte per chiedere dell’acqua. Poi è tornata a dormire.

Al mattino, quando si sono svegliati, i genitori si sono accorti che Cleo non era nella tenda. Hanno iniziato le ricerche nel campeggio e nei pressi del centro, poi hanno contattato le autorità.

Quella del rapimento è stata la prima ipotesi. La tenda infatti era aperta quando i genitori si sono svegliati e la piccola non avrebbe potuto raggiungere la cerniera per aprirla. Quindi, hanno dedotto gli investigatori, qualcuno si è introdotto nella tenda, ha rapito la bambina e si è dato alla fuga.

Polizia Inghilterra
Polizia Inghilterra

Le indagini e il ritrovamento: la bambina è viva ed è stata riconsegnata ai genitori

La macchina dei soccorsi si è subito messa in moto. Nel frattempo gli investigatori hanno lavorato per rimettere insieme ogni singolo tassello di un mosaico complesso completato il 2 novembre, quando le autorità australiane hanno fatto irruzione in una casa situata a Carnarvon. Qui, in una stanza chiusa a chiave, hanno trovato la piccola Cleo.

Come comunicato dal vice-commissario, un uomo è stato preso in custodia. Il soggetto non ha legami con la famiglia della bambina. Resta da capire come e perché abbia agito, se abbia agito da solo e se abbia rapito la bambina per conto di qualcuno.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 03-11-2021


Confermato l’ergastolo per ‘Igor il russo’

Usa, via libera alla somministrazione di Pfizer ai bambini