Bambini dell’asilo maltrattati a Reggio Emilia, tre maestre indagate

Tre maestre della scuola materna sono indagate perchè dei bambini sono stati maltrattati nel loro asilo a Reggio Emilia.

SCANDIANO (REGGIO EMILIA) – Bambini maltrattati in un asilo a Reggio Emilia. In un luogo dove dovrebbero essere stati protetti, soprattutto a Reggio, città famosa per avere gli asili nido migliori del mondo.

Un metodo educativo nato dalla mente di Loris Malaguzzi, pedagogista, ma che è stato corrotto dalla violenza e dalla cattiveria di tre donne. In un’asilo di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, infatti, circa 15 bambini sono stati vittime di violenza e di abusi.

Bambini maltrattati in un asilo di Reggio Emilia, un paradiso che si trasforma in un inferno

Circa 15 bambini dai 3 ai 5 anni sono stati vittime di bullismo e violenze da parte di alcune delle loro maestre. Addirittura, visto che alcuni di loro erano stranieri, sono stati tacciati con epiteti ritenuti razzisti.

Carabinieri
Carabinieri

I bambini sono stati spinti, strattonati, alzati con la forza per un braccio. Ci sono state anche minacce vere e proprio e umiliazioni, come un bambino che si era fatto pipì addosso lasciato da solo in bagno per 10 minuti.

E sono solo alcuni dei numerosi comportamenti criminali e senza cuore che tre degli insegnanti dell’asilo statale di Scandiano avrebbero avuto nei confronti dei 15 bambini. Il Gip Giovanni Ghini, a carico dei tre insegnanti ha emesso un divieto di dimora nella provincia e un divieto di accesso in tutto gli asili.

Le denunce al dirigente scolastico

Alcuni genitori si erano già rivolti al dirigente scolastico dell’asilo incriminato. Erano stati spaventati e allarmati dai racconti dei proprio figli.

Da queste preoccupazioni, i Carabinieri son ostati allertati e hanno installato delle telecamere nella scuola. Telecamere che sono riuscite a registrate le violenze e le umiliazioni dei bambini.

Un nuovo episodio che mina la fiducia della provincia nella capacità delle strutture pubbliche di tenere al sicuro i bambini. Dopo lo scandalo degli affidi e questo, la provincia non sarà più la stessa.

ultimo aggiornamento: 09-07-2019

X