Dodicenne incatenato e lasciato morire di fame. Due arresti

Indiana, bambino di dodici anni incatenato in bagno e lasciato morire di fame dopo una settimana di digiuno e maltrattamenti. Due persone arrestate.

USA – Bambino di dodici anni incatenato in bagno e lasciato morire di fame. Sembra la trama di un thriller o di un film dell’orrore, invece si tratta dell’ultimo caso di cronaca riportato dalla CNN.

Indiana, bambino di dodici anni lasciato morire di fame

La tragedia si è consumata in Indiana, negli Stati Uniti, dover un uomo di 32 anni e la sua compagni (di 25) sono stati arrestati per l’omicidio di un bambino di appena dodici anni. Le accuse ai danni della coppia sono quelle di omicidio, abbandono di minore, sequestro di persona e percosse.

Polizia arresto
Polizia arresto

Il decesso del dodicenne è stato registrato delle autorità dell’Indiana lo scorso 24 maggio, quando i medici dell’IU Health Bloomington Hospital hanno provato a salvarlo. Purtroppo senza successo. Il piccolo mostrava sul corpo i segni delle percosse e del digiuno che, secondo le ipotesi, sarebbe durato almeno una settimana.

Le prove a carico delle due persone fermate dalla polizia

A incastrare la coppia ci sarebbero anche una serie di foto e di video. Un selfie del padre, scattato proprio nel motel dove il bambino sarebbe stato seviziato, sembrerebbe inquadrare anche il dodicenne, costretto a rimanere nel bagno della stanza, incatenato con un collare. Anche un video riprenderebbe la madre entrare in bagno con uno dei figli mentre avrebbe ignorato completamente il dodicenne.

Le indagini degli inquirenti e i tanti aspetti della vicenda ancora da chiarire

Ancora sconosciute le cause che hanno scatenato la cinica violenza da parte delle due persone che sono state fermate dalle autorità. I due, dopo aver negato di essere coinvolti nella scomparsa del piccolo, avrebbero dichiarato di non avere alcuna intenzione di ucciderlo. Sono ancora tanti comunque i punti interrogativi che circondano la vicenda e che gli inquirenti dovranno chiarire.

ultimo aggiornamento: 05-06-2019

X