Un bambino di 10 anni è stato ucciso in casa in provincia di Viterbo. Arrestato il padre il piccolo.

CURA DI VETRALLA (VITERBO) – Un bambino di 10 anni è stato ucciso in casa in provincia di Viterbo nella giornata di martedì 16 novembre. Il piccolo è stato trovato dai carabinieri senza vita e nell’abitazione era presente anche il padre, trovato in evidente stato confusionale. Sembra che il padre del piccolo avesse un divieto di avvicinamento alla casa.

Già nella serata del 16 novembre gli inquirenti hanno arrestato il padre del bambino, ricoverato presso l’ospedale di Viterbo e piantonato dagli uomini delle forze dell’ordine.

“Da quando faccio il sindaco non ho mai vissuto una cosa del genere e non avrei mai voluta viverla”, ha dichiarato il sindaco di Vetralla commentando la notizia.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Bambino ucciso in casa, la ricostruzione dei fatti

La ricostruzione è ancora al vaglio degli inquirenti. Dalle prime informazioni, il bambino sarebbe stato ucciso con una coltellata alla gola.

L’allarme è scattato quando la mamma del bambino ha fatto ritorno a casa, dove ha trovato il figlio agonizzante e il padre del ragazzo in evidente stato confusionale.

Immediato l’intervento da parte dei carabinieri e del personale sanitario, ma per il piccolo non c’era più niente da fare.

Carabinieri
Carabinieri

Le indagini: fermato il padre del bambino. Da ricostruire la dinamica dell’accaduto

Dalle prime ricostruzioni riportate dall’Ansa, il padre era soggetto al divieto di avvicinamento e fino alla mattina si trovava in un ospedale un ospedale di Roma, dove era ricoverato per Covid. Lasciato l’ospedale, l’uomo ha raggiunto Vetralla.

I carabinieri hanno avviato gli accertamenti per provare ricostruire la dinamica dell’accaduto. Già nella serata del 16 novembre i carabinieri hanno arrestato il padre del bambino, accusato dell’omicidio del figlio.

L’uomo è stato sottoposto ad esame tossicologico per capire se abbia assunto droghe o sostanze.

Lo zio del piccolo in ospedale

Nella giornata di domenica 21 novembre lo zio del bambino si è presentato in ospedale con un coltello per uccidere il cognato. Decisivo l’intervento dei sanitari e della sicurezza per evitare una vera e propria tragedia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-11-2021


No Vax a Roma, aggredita Selvaggia Lucarelli

Attacco a Gerusalemme, tre feriti. Hamas rivendica