Banche, accordo raggiunto per il risarcimento ai truffati. Il premier Conte assicura: C’è unità di intenti all’interno del governo.

Arriva non senza tensioni e strascichi il giorno del Consiglio dei Ministri sul dl Crescita che dovrebbe portare alla soluzione anche del nodo legato ai rimborsi per i truffati dalle banche. Il caso annoso ha portato Lega e Movimento Cinque Stelle a schierarsi contro Giovanni Tria. Necessario anche in questo caso l’intervento del premier Conte che dovrebbe essere riuscito a trovare una soluzione della questione con il titolare del Mef.

Banche, scontro sui rimborsi

I rimborsi per i truffati delle banche rappresentano una delle battaglie congiunte di Lega e Movimento Cinque Stelle che procedono in unità di intenti per l’approvazione di un provvedimento considerato giusto e necessario e che ovviamente potrebbe avere risvolti positivi anche dal punto di vista elettorale.

Giuseppe Conte Matteo Salvini Luigi Di Maio
Roma 05/06/2018 – Senato della Repubblica voto di fiducia al nuovo Governo / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte-Luigi Di Maio-Matteo Salvini

Decisamente meno entusiasta Giovanni Tria, che avrebbe fatto sapere al premier Conte di essere preoccupato dal fatto che mancano sentenze che provino la truffa ai danni degli investitori. Un vuoto giudiziario che potrebbe portare all’intervento della Corte dei Conti che potrebbe addirittura arrivare a sanzionare lo Stato.

Banche, Giuseppe Conte assicura: C’è una forte unità d’intenti da parte del Governo nel procedere rapidamente e assicurare liquidazioni a tutti i risparmiatori

A poche ore dall’attesissimo Consiglio dei Ministri, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è tornato a compattare le fila del governo. Il premer ha escluso una crisi e ha smentito le voci di un conflitto intestino sul ruolo di Tria.

Immagino e confido che approveremo il decreto crescita questo pomeriggio. Per quanto riguarda le banche l’ho già dichiarato, stiamo lavorando alacremente. C’è una forte unità d’intenti da parte del Governo nel procedere rapidamente e assicurare liquidazioni a tutti i risparmiatori dei risarcimenti dei danni quanto prima possibile. È un problema tecnico. Oggi ci troviamo nel Cdm, confidiamo di poter risolvere anche questo“.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 04-04-2019


Unicredit, occhi su Commerzbank se salta il tavolo con la Deutsche

Dl Crescita, via libera del CdM ‘salvo intese’. Manca l’accordo sui rimborsi