Banche, Salvini e Di Maio contro Tria, Conte: "Rimborsi sono una priorità"

Banche, Salvini e Di Maio contro Tria. La rassicurazione di Conte: Vogliamo procedere con risarcimenti

Banche, Salvini e Di Maio spingono per i risarcimenti ma Tria frena. Giuseppe Conte: Ho sollecitato il ministro a procedere in questa direzione.

Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno trovato un fronte comune e un nemico comune. Scopo dei due vicepremier è quello di sbloccare il prima possibile il decreto per il risarcimento ai truffati delle banche. Si tratta di un’urgenza che risponde ovviamente anche a un’esigenza politica oltre che morale. L’ostacolo alla rapida approvazione del provvedimento sarebbe il ministro dell’Economia Giovanni Tria, che non avrebbe nascosto le sue remore.

Giovanni Tria
Giovanni Tria

Giuseppe Conte: Il nostro obiettivo politico molto forte è di procedere con i risarcimenti

Salvini e Di Maio sono in pressing su Tria, finito al centro di un caso mediatico su un possibile conflitto di interessi. Come al solito il ruolo di mediatore lo ha assunto il premier Giuseppe Conte, che dal Qatar ha fatto sapere di aver parlato con il titolare del Mef spingendolo ad accelerare per quanto possibile i tempi senza però venir meno ai suoi compiti.

“Il nostro obiettivo politico molto forte è procedere con i risarcimenti […], ho sollecitato il ministro Tria a procedere in questa direzione, c’è ancora qualche passaggio tecnico da fare”.

Giuseppe Conte
Roma 25/05/2018 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Rimborsi ai truffati dalle banche, le perplessità di Tria

I dubbi del Ministro sarebbero legati al fatto che nessuna sentenza fino a questo momento ha dimostrato che sia stata messa in atto una truffa. In assenza di un verdetto di una Corte non si esclude che la Corte dei Conti possa intervenire sulla questione costringendo lo Stato a un esborso imprevisto.

ultimo aggiornamento: 03-04-2019

X