Bankitalia, Visco boccia Lega e M5S: Reddito e Quota 100 potrebbero non aiutare la crescita

Bankitalia, Ignazio Visco mette nel mirino Lega e Movimento Cinque Stelle: Quota 100 e Reddito di Cittadinanza potrebbero non aiutare la crescita del paese.

Dopo l’approvazione del Def in Consiglio dei Ministri, l’Italia torna nel mirino dell’Europa ma non solo. Molto preoccupato anche il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, che da Washington ha sollevato dubbi sull’efficacia di Quota 100 e Reddito di Cittadinanza, i due provvedimenti che, secondo il governo, dovrebbero rilanciare l’economia italiana.

Bankitalia, Ignazio Visco: Il debito pubblico italiano va tenuto sotto controllo

“Il debito pubblico va tenuto sotto controllo”, ha dichiarato Ignazio Visco entrando quindi tra le fila degli scettici che nutrono seri dubbi sulle manovre messe in atto dal governo italiano per contrastare il rischio più che mai concreto di una nuova crisi economica.

Bankitalia
fonte foto https://www.facebook.com/tatiana.dellolio

Dubbi su Quota 100 e Reddito di Cittadinanza: potrebbero non aiutare la crescita del paese

Stando alle ipotesi del governatore di Bankitalia, Quota 100 e Reddito di Cittadinanza rischiano di non incidere in maniera decisiva sulla crescita della produttività. Proprio la produttività rappresenta il tassello fondamentale in grado di spostare la tendenza del Pil.

Da Fmi all’Unione europea: l’Italia nel mirino

Le preoccupazioni di Ignazio Visco fanno eco alla bocciatura di Fmi che, pur apprezzando le intenzioni del governo italiano, ha chiesto provvedimenti concreti per risollevare le sorti di un quadro economico preoccupante.

Duro anche il commissario europeo Pierre Moscovici, il quale ha rinviato i discorsi al prossimo 7 maggio. In quella datal’Italia dovrà presentare i suoi conti che dovranno essere in regola anche con le indicazioni di Bruxelles.

ultimo aggiornamento: 12-04-2019

X