Bankitalia è al lavoro per la produzione di banconote green. Il via libera dovrebbe esserci dal 2022.

ROMA – Bankitalia è al lavoro per la produzione di banconote green. Come riportato da Il Sole 24 Ore, via Nazionale si è messa al lavoro per adeguarsi alle indicazioni arrivate dalla BCE inviando a impianti di termovalorizzazione la quota residuale di banconote logore che in questo momento vengono smaltite in discarica.

In Italia nel 2020 la quota invita a impianti per la produzione di combustibile solido secondaria è stata pari al 90%. La cifra, però, scende all’86% se si considerano solo le banconote logore triturate all’inizio del processo di distribuzione. I numeri dovrebbero aumentare nei prossimi mesi e questo potrebbe essere dovuto al fatto dell’invito da parte della Banca Centrale Europea di diventare green.

L’obiettivo è ridurre l’impatto ambientale

L’obiettivo da parte della Banca d’Italia è quello di ridurre l’impatto ambientale del contante e a valutarne la sostenibilità anche nel confronto con gli altri strumenti a pagamento. A via Nazionale si è al lavoro per dare il via entro il 2022 alla produzione green e nelle prossime settimane avremo sicuramente delle indicazioni maggiori su come ci si muoverà Bankitalia su questo tema.

Sicuramente la Banca d’Italia vuole rispettare le indicazioni arrivate da Francoforte e cercare di ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Bankitalia
Bankitalia

Partner industriale per produrre lastre per la stampa calcografica

Per adeguarsi alle indicazioni della Banca Centrale Europea, a via Nazionale stanno cercando un partner industriale per produrre lastre per la stampa calcografica. Si tratta di un passaggio fondamentale per diventare del tutto green e rendere le banconote meno inquinanti.

Il piano, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe entrare nel vivo direttamente nel 2022 e nei prossimi mesi si cercherà di dare maggiori informazioni anche su questo cambio di passo, che molto probabilmente sarà fondamentale per ridurre l’impatto ambientale.


Borse 19 agosto, mercati asiatici in rosso. Milano in calo

Il garante della concorrenza americana contro Facebook: “Deve vendere Instagram e WhatsApp”