Il Barcellona volta pagina: a Bartomeu succede Joan Laporta, già presidente dei blaugrana tra il 2003 e il 2010.

BARCELLONA – La svolta, attesa, è a un passo dall’ufficialità: Joan Laporta è il nuovo presidente del club catalano.

I dati della votazione dei soci del Barcellona

Come riporta el Mundo Deportivo, pur con appena il 6,41% delle schede scrutinate i dati sono già evidenti: Joan Laporta è in grandissimo vantaggio con il 57,05% dei voti, seguito da Victor Font (31,39%) e Toni Freixa (10.42). In oltre 150 padiglioni, hanno votato oltre 55 mila membri della comunità blaugrana. In ballo la successione a Bartomeu.

Il nuovo assetto

Con le elezioni del Barcellona che paiono aver preso una direzione piuttosto chiaro, Mateu Alemany, ex dg del Valencia, si candida con forza a diventare il nuovo direttore generale del club blaugrana. Il dirigente è già stato segnalato in arrivo a Barcellona, nel quartiere generale di Laporta. Nel caso in cui l’esito verrà confermato, l’ex dg del Valencia porterà con sé Jordi Cruyff, figlio di Joan, ora allenatore in Cina.

https://www.youtube.com/watch?v=ntcTHCXPMeo&ab_channel=MARCA

La prima presidenza Laporta

Il 58enne avvocato è già stato alla guida del club catalano. Eletto nel 2003 con il 52,6% dei consensi, Laporta ha ingaggiato Frank Rijkaard in panchina, aprendo un primo ciclo vincente, culminato nella Champions del 2006. Poi, nel 2008, ha affidato la gestione tecnica della squadra a Pep Guardiola: il giovane tecnico è stato il protagonista del Triplete. L’anno successivo Laporta ha deciso di non ricandidarsi alla presidenza.

Le dichiarazioni…

Il rinnovo di Messi è la scelta più importante della storia del Barcellona…“. Questa una delle prime dichiarazioni a caldo.


Serie A, vincono Napoli, Milan, Crotone e Roma. Pari per Sampdoria e Fiorentina

Bruno Pizzul, storico commentatore Rai