Cesare Battisti arrestato, ecco come funziona l’estradizione

L’arresto di Cesare Battisti dovrebbe portare all’estradizione del terrorista dal Brasile. Ecco come funziona questo processo.

ROMA – Cesare Battisti dovrebbe essere scontare la sua pena in Italia. Come promesso dallo stesso Jair Bolsonaro, presidente del Brasile, dopo il fermo sarebbero state avviate tutte le pratiche per l’estradizione ma andiamo a vedere come funziona nel dettaglio questo processo. Il meccanismo è attivato quando uno Stato consegna ad un altro Paese un detenuto che deve essere giudicato in quest’ultimo (estradizione processuale) oppure in caso di una condanna già data (estradizione esecutiva).

La legge italiana mette dei requisiti ben precisi sulla vicenda. Lo Stato richiedente l’estradizione deve assumere l’obbligo di non sottoporre il fermato ad una restrizione della libertà per un fatto successo prima o diverso da quello per cui si richiede la procedura. L’estradizione l’Italia non la concede quando si è il rischio che il condannato sia sottoposto ad atti persecutori o discriminatori.

CESARE BATTISTI
Cesare Battisti (fonte foto https://twitter.com/AvvMennillo)

Cesare Battisti arrestato, cosa farà la Bolivia?

L’arresto di Cesare Battisti apre due ipotesi. La prima – sembra quella più problema – è l’espulsione diretta con Cesare Battisti che nelle prossime ore è atteso in Italia ma non è escluso che sia il Brasile a consegnarlo alle autorità italiane con i tempi che si allungherebbero. Ma nel caso è coinvolta anche la Bolivia, nazione dove è stato trovato e arrestato il terrorista italiano.

In questo caso si aprirebbe una terza ipotesi, non considerata fino a questo momento. Il Paese sudamericano potrebbe chiedere una richiesta formale di estradizione. In questo caso le tempistiche potrebbero allungarsi ancora di più. Si tratta di tante ipotesi che potrebbero essere confermate nelle prossime ore. La cosa certa è che sono in corso tutte le pratiche per consentire a Cesare Battisti di arrivare in Italia il prima possibile. Una vicenda che dura ormai da diversi anni e che adesso sembra essere vicina alla conclusione.

fonte foto copertina https://twitter.com/poliziadistato

ultimo aggiornamento: 13-01-2019

X