Tragedia a Rieti. Un ragazzo di 20 anni è morto durante una battuta di caccia al cinghiale. Il giovane è stato colpito da un amico.

RIETI – Doveva essere un sabato di relax per un gruppo di persone che ha deciso di trascorrere la mattinata di sabato 20 settembre nei boschi di Cittaducale, in provincia di Rieti. Come avvenuto nei giorni scorsi, anche questa battuta di caccia al cinghiale si è trasformata in tragedia.

Un ragazzo di 20 anni ha perso la vita dopo essere stato colpito al basso addome da un proiettile sparato da uno dei compagni. Al momento non è chiara la dinamica dell’incidente con i carabinieri che indagano per far luce su questa vicenda. Gli inquirenti nei prossimi giorni dovrebbero ascoltare la persona che ha sparato, al momento indagato per omicidio colposo dalla Procura di Rieti.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto: https://twitter.com/MediasetTgcom24)

Rieti, giovane ucciso durante una battuta di caccia

La tragedia si è consumata nelle prime ore di sabato 20 ottobre. La vittima è stata colpita al basso addome con i compagni di battuta che hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Il personale del 118 lo ha stabilizzato sul posto e trasportato d’urgenza in ospedale ma il ragazzo aveva perso troppo sangue ed è deceduto poco dopo.

Sulla vicenda stanno cercando di fare luce gli inquirenti. L’amico del 20enne è indagato per omicidio colposo e nelle prossime ore dovrebbe essere ascoltato dai carabinieri per fornire la sua versione. Gli investigatori sono in attesa dei rilievi effettuati sul luogo per capire bene la dinamica del colpo esploso. Il magistrato potrebbe disporre l’autopsia sul corpo della vittima per individuare le cause del decesso.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Strada dei Parchi, la concessionaria: “Le strutture sono sicure”

Siena, la Tartuca vince il Palio straordinario