Latina, Belen e De Martino a processo per aver aggredito due fotografi

Latina, Belen e De Martino a processo per aver aggredito due fotografi

Il Tribunale di Latina ha rinviato a giudizio Belen e Stefano De Martino per l’aggressione a due fotografi nel 2012 a Ponza.

LATINA – Nuovi guai per Belen Rodriguez e Stefano De Martino. Il Tribunale di Latina ha rinviato a giudizio i due personaggi dello spettacolo per aver aggredito nel 2012 due fotografi sull’isola di Ponza. Le accuse sono di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza su persone e lesioni non grave. Ora rischiano fino a 3 anni di carcere.

Il processo inizierà il prossimo 13 maggio. Oltre a Belen e Stefano sul banco degli imputati c’è anche Perez Blanco, all’epoca fidanzato di Cecilia Rodriguez. Subito dopo l’accaduto la vicenda è stata denunciata da Mattia Brandi e Stefano Meloni che trovavano a Ponza per un servizio proprio sulla coppia italo-argentina.

Belen Rodriguez
Belen Rodriguez

Belen Rodriguez e Stefano De Martino a processo a Latina, la ricostruzione dei fatti e il racconto dei paparazzi

L’episodio risale al 2012 quando i due fotografi stavano scattando delle foto dalla loro barca a Belen, Stefano e le altre due persone che si trovavano sullo yatch. La presenza dei fotografi ha provocato la reazione di De Martino e Perez Blanco che si sono recati sull’imbarcazione delle vittime per sottrarre la macchina fotografica e gettare la scheda in mare. La colluttazione ha portato i paparazzi a sporgere denuncia contro i quattro.

A distanza di sette anni il Tribunale di Latina ha citato in giudizio Belen, Stefano De Martino, la sorella della showgirl argentina e il suo fidanzato del tempo. Le accuse sono di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone e di lesioni non gravi. Il processo inizierà il prossimo 13 maggio con gli imputati che saranno chiamati a difendersi. I quattro indagati rischiano una pena di tre anni anche se la difesa chiede l’archiviazione della loro posizione e di conseguenza la fine di questa storia.

ultimo aggiornamento: 02-04-2019

X