Bentley Mulsanne: limousine “cattiva”

Nonostante l’impostazione da berlina di lusso, vuole mantenere uno stretto legame con lo spirito corsaiolo delle “antenate” che dominavano le competizioni negli anni Trenta.

Ridisegnata nel 2010, la Bentley Mulsanne riprende la grande tradizione di un modello, o meglio una famiglia di modelli che hanno contributo nel corso degli anni a creare il mito della Casa di Crewe. La prima Mulsanne fu realizzata nel 1980 per sostituire la storica Serie T e diventare la nuova ammiraglia. Il nome deriva da una celebre curva del Circuit de la Sarthe, dove si disputa la 24 Ore di Le Mans.

Ispirata dalla Bentley S-Type degli anni ’50, la Mulsanne ha un frontale aggressivo, dominato dalla tradizionale calandra a nido d’ape Bentley. I fari, dalla classica forma rotonda e prominente, sono incassati in cornici cromate e affiancati da due gruppi ottici più piccoli. L’iconica “B alata” ritraibile nel radiatore è disponibile come opzione. La carrozzeria è costruita nell’impianto di produzione realizzato nel quartier generale Bentley di Crewe, dove la tradizionale abilità nella lavorazione del metallo, sviluppata in oltre sessant’anni, è ancora la base delle nove settimane necessarie per costruire una vettura. Il procedimento adottato è l’esatto opposto della produzione di massa che contraddistingue il mondo automobilistico… ma è l’essenza stessa del mondo Bentley.

I clienti Bentley possono scegliere tra un numero infinito di opzioni al momento di ordinare la loro vettura. Il ventaglio di opzioni cromatiche per la carrozzeria vanta ben oltre 100 tinte e comprende tutti i colori tradizionali, anche i più insoliti, finiture satinate o perlescenti e combinazioni bicolori. E non è tutto. Grazie al mondo personalizzato di Bentley Mulliner, è possibile creare colori unici che corrispondano esattamente al gusto e ai desideri del cliente.

La Mulsanne monta una versione completamente rinnovata del motore V8 da 6 litri e ¾ in grado di sviluppare una potenza di 512 CV ( 377 kW) con una poderosa coppia a soli 1.750 giri/min. Il cambio automatico è a otto rapporti con paddle montati sul volante. La prodigiosa potenza e l’enorme coppia sono supportate da un telaio appositamente creato per la Mulsanne. Più leggero e rigido di quello utilizzato per le ammiraglie Bentley precedenti, migliora il comfort di marcia e la maneggevolezza.

Un sistema di controllo dinamico della guida, azionato da un interruttore a ghiera montato a fianco del selettore marce, può essere utilizzato per selezionare tre modalità standard di guida – Bentley, Sport e Comfort – che offrono una taratura precisa delle sospensioni, del telaio e dello sterzo. Una quarta modalità, “Custom”, consente al conducente di selezionare le impostazioni personalizzate tramite il sistema multimediale, per regolare finemente la vettura in base al proprio stile di guida.

Nel corso degli anni la vettura è stata affinata e realizzata in varie versioni, come, nel 2012 l’allestimento con specifica Mulliner Driving che unisce dettagli di design, fra cui gli esclusivi cerchi in lega da 21″, le prese d’aria che ricordano le ali Bentley e gli interni in cuoio trapuntati a rombi, con assetti sportivi selezionabili per sospensioni e sterzo.

Per il 2015, in contemporanea con il lancio della Mulsanne Speed ad alte prestazioni, l’hardward del motore è stato ottimizzato. La coppia è scesa a 1.020 Nm e l’efficienza è superiore del 13%. Ulteriori modifiche sono state apportate alla taratura del cambio per offrire cambi di marcia più fluidi e rilassanti.

ultimo aggiornamento: 17-01-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X