Beppe Bergomi: "Ero milanista"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Beppe Bergomi: “Ero milanista”

Beppe Bergomi

La sorprendente storia di Beppe Bergomi: il passaggio dal tifo per il Milan all’iconica carriera nell’Inter.

Beppe Bergomi, simbolo indiscusso dell’Inter e figura emblematica del calcio italiano, ha recentemente rivelato in un’intervista a Sportweek un dettaglio sorprendente sulla sua infanzia calcistica. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, Bergomi ha ammesso di essere cresciuto come un fervente tifoso del Milan. Una rivelazione che sfata un mito nel mondo del calcio, dimostrando come i percorsi sportivi possano prendere strade inaspettate.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Già da piccolo, Bergomi mostrava una chiara inclinazione verso il Milan, ispirato dall’ambiente familiare e dal contesto in cui è cresciuto. “Sì, ero milanista: embé? Mai avuto problemi a dirlo“, confessa l’ex difensore. Questa passione era radicata nel contesto familiare e sociale, con il padre e la maggior parte dei suoi conterranei che sostenevano con fervore il club rossonero.

Beppe Bergomi
Beppe Bergomi

Il rifiuto del Milan e l’opportunità interista

Il destino, tuttavia, aveva in serbo per Bergomi un percorso diverso. Nonostante la sua passione per il Milan, il club lo scartò a causa di problemi di salute. “Se fosse stata una malattia, sarei stato male quando il Milan mi scartò perché avevo i reumatismi nel sangue“, ricorda Bergomi. Questo momento avrebbe potuto segnare negativamente la sua carriera, ma invece aprì una nuova porta.

L’inizio di una leggenda all’Inter

Nonostante il rifiuto iniziale, Bergomi non si perse d’animo. Grazie all’osservatore Pino Bussi, che lo notò mentre giocava nella Settalese, ebbe l’opportunità di fare un provino per l’Inter. “Poi da Treviglio arriva un osservatore, Pino Bussi, e mi segnala all’Inter“, racconta l’ex giocatore. Questo fu l’inizio di una straordinaria carriera che lo ha portato a diventare uno dei difensori più apprezzati e riconosciuti nella storia del calcio italiano.

La storia di Bergomi è un esempio di come le affiliazioni calcistiche possano evolvere nel tempo. Da tifoso del Milan, ha abbracciato con entusiasmo e dedizione la maglia dell’Inter, dimostrando che il cuore di un calciatore può battere per più colori nel corso della sua vita. La sua carriera all’Inter, costellata di successi e momenti indimenticabili, dimostra come le scelte iniziali non siano sempre definitive nel mondo del calcio.

La lezione che emerge dalla storia di Bergomi è chiara: nel calcio, così come nella vita, le strade possono cambiare inaspettatamente, portando a destini gloriosi. La sua trasformazione da tifoso milanista a leggenda interista è una testimonianza dell’imprevedibilità e della bellezza dello sport. La sua eredità continua a ispirare non solo i tifosi dell’Inter, ma tutti gli appassionati di calcio.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2023 19:07

Milan in crisi: è scandaloso, ancora due infortuni

nl pixel