Beppe Grillo riceve un forte sconto fiscale grazie a Giorgia Meloni
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Beppe Grillo riceve un forte sconto fiscale grazie a Giorgia Meloni

Beppe Grillo

Scoperta sorprendente: come Beppe Grillo usa una legge del governo Meloni per trasformare radicalmente il suo impero immobiliare.

Beppe Grillo, figura carismatica del Movimento Cinque Stelle, ha recentemente apportato un cambiamento significativo nella struttura aziendale di Gestimar, la sua società immobiliare, questa trasformazione, da Società a Responsabilità Limitata (Srl) a società semplice, è stata possibile grazie a un provvedimento del governo di Giorgia Meloni, che ha introdotto significative agevolazioni fiscali per le aziende che adottano questa trasformazione entro il 30 novembre 2023.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

La decisione di Grillo e sua moglie Paavin Tadjik, amministratrice unica di Gestimar, è stata dettata dalla Legge di Stabilità per il 2023, che prevede incentivi fiscali per le società che gestiscono principalmente beni immobiliari e che decidono di trasformarsi in società semplici. La nuova Gestimar, con un capitale di 30mila euro, vedrà Grillo come amministratore unico.

Beppe Grillo
Beppe Grillo

Vantaggi fiscali e valutazioni immobiliari

La scelta di Grillo è stata influenzata anche dalla valutazione fiscale dei beni immobiliari in possesso della società. Il “valore normale” di questi beni, calcolato per legge, ammonta a 922mila 362 euro. La legge prevede un’imposta sostitutiva dell’8% sulla plusvalenza, calcolata tra il valore normale e il costo fiscalmente riconosciuto, fornendo così a Grillo un notevole risparmio fiscale.

Impatto economico della decisione di Grillo

L’astuto passaggio di Grillo da Srl a società semplice non solo gli consente di beneficiare di un’agevolazione fiscale significativa ma si inserisce anche in un contesto di successo aziendale, con Gestimar che ha chiuso il bilancio 2022 con un utile di 421mila euro, grazie soprattutto alla vendita di tre appartamenti in Sardegna. In virtù delle nuove disposizioni fiscali del governo Meloni, Grillo sarà tenuto a pagare all’erario solo 52mila euro. Una cifra decisamente inferiore rispetto alle potenziali imposte dovute senza la trasformazione.

La mossa di Grillo e Gestimar sottolinea l’importanza di una strategia fiscale oculata nel contesto degli affari immobiliari. La capacità di adattarsi alle nuove normative e di sfruttarle a proprio vantaggio rappresenta un aspetto cruciale per la gestione aziendale efficiente e per la massimizzazione dei profitti. Con la trasformazione in società semplice, Grillo e Gestimar hanno dimostrato una notevole capacità di navigare nel complesso panorama fiscale italiano. Trarne vantaggio e posizionarsi strategicamente per il futuro.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2023 14:27

Porro si schiera: le parole in “difesa” di Vannacci

nl pixel