Il Garante del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo ha salvato Luigi Di Maio e probabilmente il governo Conte Bis.

Stando a quanto appreso e riportato da il Corriere della Sera, l’intervento di Beppe Grillo sarebbe stato provvidenziale per salvare Luigi Di Maio, messo sul patibolo da una parte del MoVimento.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Beppe Grillo ha salvato Luigi Di Maio

Secondo il quotidiano, subito prima e subito dopo il voto sulla Piattaforma Rousseau per decidere il da farsi in occasione delle prossime elezioni regionali, parte del Movimento 5 Stelle aveva già messo sul banco degli imputati e condannato Luigi Di Maio. Il leader politico è tutt’ora accusato di aver commesso troppi errori e di non aver seguito la direzione voluta dalla base.

Nel momento di maggiore crisi è entrato in scena Beppe Grillo che da agitatore di piazze è diventato un normalizzatore, una sorta di Giuseppe Conte. Ha blindato Luigi Di Maio e ha indicato la via da seguire. Quella che porta vicino al Partito democratico. Piaccia o no, questo dovrà essere il futuro prossimo dei pentastellati. Un futuro che ovviamente non piace a tutti e che forse non convince appieno neanche Luigi Di Maio.

Beppe Grillo
fonte foto https://www.facebook.com/beppegrillo.it/

Il rapporto problematico con il Partito democratico

E infatti la netta sensazione è non si sia arrivati a una pace consolidata tra le ali del MoVimento, ma a una tregua. E la situazione resta poco chiara e poco lineare. Lo stesso Di Maio, già poche ore dopo il vertice con Grillo, ha aperto una discussione con Renzi (per quanto riguarda l’inchiesta sulla Fondazione Open) e una con il Pd (per quanto riguarda la prescrizione). E ancora deve entrare nel vivo la battaglia per le elezioni in Emilia Romagna.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 27-11-2019


Commissione von der Leyen, il M5S voterà sì

Fondazione Open, cos’è, chi erano i finanziatori e come funzionava la ‘cassaforte di Renzi’