Ocalan, Berceto (PR) concede cittadinanza onoraria al leader del Pkk

Berceto (Parma) concede cittadinanza onoraria a Ocalan. La Turchia insorge: “E’ un terrorista”

Il comune di Berceto ha concesso la cittadinanza onoraria a Ocalan, il leader curdo del Pkk detenuto in Turchia. Ankara insorge.

Mentre la Turchia sta scatenando l’attacco contro le postazioni curde, scoppia il caso Ocalan.

Cittadinanza onoraria

Sabato scorso, infatti, il comune di Berceto, in provincia di Parma, ha concesso la cittadinanza onoraria a Adbullah Ocalan, storico leader del Pkk (Partito dei lavoratori curdi), il quale sta scontando l’ergastolo in una prigione turca.
Quando si difendono ideali e diritti non bisogna avere paura“, ha dichiarato il sindaco di Berceto, Luigi Lucchi. “Abbiamo dato la cittadinanza non solo a Ocalan, ma anche alla nazione curda e lo abbiamo fatto con una relazione del professor Franco Cardini. Non lo considero un noto bolscevico… E’ vero che Berceto è importante, ma per far scoppiare una crisi internazionale tra Turchia e Italia dovrei avere un ruolo che non credo di avere, e che mi viene attribuito solo dalla Turchia. Vorrà dire che il sindaco di Berceto non andrà in vacanza in Turchia…“.

Turchia
fonte foto https://twitter.com/MarianoGiustino

La reazione della Turchia

La decisione presa dal comune di Berceto ha scatenato la reazione della Turchia. Il ministero degli esteri di Ankara ha convocato l’ambasciatore italiano per ribadire la “forte condanna” del governo di Erdogan circa l’iniziativa del comune sugli Appennini di concedere la cittadinanza al leader del Pkk curdo, condannato a morte per terrorismo, pena commutata in ergastolo a vita. La Turchia ha ricordato come Ocalan rientri nella lista dell’Unione Europea sui terroristi.

ultimo aggiornamento: 10-10-2019

X