Berlusconi: “Grillo? Un comico col vizio di farsi pagare in nero”

L’ex premier senza peli sulla lingua: “I Cinque Stelle non hanno né arte né parte, un movimento che cambia idea su tutto”, ha dichiarato Berlusconi.

chiudi

Caricamento Player...

“Beppe Grillo? Un buon comico, col vizio di farsi pagare in nero”. Ai microfoni di La7, Silvio Berlusconi ha attaccato apertamente il leader del Movimento 5 Stelle. “È circondato di persone che non hanno mai fatto niente – ha aggiunto l’ex premier – i veri professionisti della politica: gente che prima delle elezioni non faceva niente”. Il Cavaliere non le manda a dire e, dopo aver rifilato l’ennesima stilettata ai grillini (“Non hanno né arte né parte, un movimento che cambia idea su tutto”), sposta la sua attenzione sulla sindaca di Roma, Virginia Raggi: “Se ne freghi delle inchieste, basta con le inchieste che buttano per aria le decisioni degli elettori. Semmai dovrebbe lasciare per incapacità”.

Legge elettorale, Berlusconi: “Voteremo a febbraio o marzo 2018”

Nel corso dell’intervista, Berlusconi ha parlato anche della legge elettorale e dell’attuale ministro degli Esteri, Angelino Alfano: “Credo voteremo a febbraio o marzo 2018. Mi piacerebbe riuscirci con una legge proporzionale, l’unica che rispetta il volere degli elettori in un sistema tripolare. Spero ancora di riuscire a vararla. Alfano? Difficile che chi è stato ministro tre volte con la sinistra torni con noi. Stiamo lavorando al programma del centrodestra, la questione dell’euro è l’unico punto di programma che ci divide dalla Lega. Loro vorrebbero uscire completamente, noi siamo per una doppia circolazione. Ci lavoreremo”.