Berlusconi presenta Altra Italia, il nuovo progetto politico del Cavaliere. “Non si tratta di un nuovo partito, ma di una federazione di soggetti che vogliono un centro moderato”.

Nonostante le recenti sconfitte elettorali, Silvio Berlusconi torna in pista e lancia l’Altra Italia. Si tratta di un nuovo progetto politico che guarda ai moderati e sposta le mire del Cavaliere su un elettorato di Centro più che di destra. Ma senza ovviamente rinnegare le origini e il suo orientamento.

Il collasso di Forza Italia

Forza Italia è ormai un partito alla sbaraglio, fratturato al suo interno e rallentato dal caso Toti. Berlusconi non si sente più leader indiscusso e sicuramente non viene più riconosciuto come tale.

Credo sia giunto il momento di chiamare a raccolta tutti i soggetti, i singoli cittadini che fanno parte di questa altra Italia, le realtà organizzate, le forze politiche, gli amministratori locali, le associazioni, le realtà civiche che avvertono questo voto“. Con queste parole Silvio Berlusconi presenta il suo nuovo progetto politico.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Cos’è Altra Italia di Silvio Berlusconi

Cosa dovrà essere Altra Italia lo ha spiegato lo stesso Berlusconi nel suo appello. “Non si tratta di fondare un partito nuovo, si tratta di una federazione tra soggetti che pensano a un nuovo centro moderato ma innovativo, alternativo alla sinistra, ancorata ai valori liberali e cristiani“.

Il ritorno del Cavaliere?

Le persone vicine al Cavaliere, i suoi collaboratori e i suoi storici sostenitori, parlano di una vera e propria svolta. Si tratterebbe del vero ritorno in pista di Berlusconi, che potrebbe tornare nelle condizioni di insidiare anche la lega del fu alleato Matteo Salvini. Il piano sembra decisamente ambizioso soprattutto alla luce delle recenti espressioni di voto che hanno relegato Forza Italia in fondo alla classifica.


Cosa prevede la riforma della Giustizia proposta da Bonafede

La base della Lega non ha dubbi, Salvini vuole rompere con i Cinque Stelle