Come riportato dalle maggiori agenzie di stampa, Silvio Berlusconi sarebbe finito nel registro degli indagati con l’accusa di corruzione

Silvio Berlusconi è stato nuovamente iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di corruzione in atti giudiziari dalla Procura di Milano per alcune consegne di denaro in contanti, attraverso il ragioniere Giuseppe Spinelli, avvenute fino a pochi mesi fa. La notizia è stata confermata da fonti qualificate. La presunta corruzione riguarderebbe 4 ragazze: Elisa Toti, Aris Espinosa, Miriam Loddo e Giovanna Rigato. Si tratta di un filone del procedimento ‘Ruby ter’.
Da quanto si è saputo, il nuovo fascicolo per corruzione in atti giudiziari (già nei mesi scorsi si era parlato del cosiddetto ‘Ruby quater’) a carico dell’ex premier e delle giovani, anche loro già coinvolte nel procedimento ‘Ruby ter’, è scaturito da alcuni approfondimenti effettuati dagli investigatori nell’ambito dell’inchiesta, sempre coordinata dai pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, per una tentata estorsione a carico dello stesso Berlusconi da parte di Giovanna Rigato, che avrebbe cercato di ottenere con minacce fino ad un milione di euro dal leader di FI.

Fonte: Ansa.it


Hotel Rigopiano – È finita la ricerca, sono ventinove le vittime della tragedia

Giorno della memoria: le iniziative per ricordare i 72 anni dalla liberazione di Auschwitz