Silvio Berlusconi ha parlato della controversa questione del reddito di cittadinanza durante un’intervista a Mattino 5.

In tema elezioni 2022, Silvio Berlusconi ha parlato del reddito di cittadinanza durante un’intervista a Mattino5: “Reddito cittadinanza? Ai giovani non dobbiamo offrire un sussidio, ma un’opportunità di lavoro”. Il Cavaliere ha anche sottolineato il fatto che Forza Italia rappresenti “i valori della democrazia, testimoni della tradizione liberale europeista, cristiana e atlantica”.

E continua: “Vogliamo portare tutte le pensioni a mille euro, e a chi non ha pagato i contributi, chi ha lavorato in casa, le mamme e le nonne, vogliamo dare anche a loro mille euro”. Lo dice Silvio Berlusconi, ospite di Mattino 5, su Canale 5 che poi sul reddito di cittadinanza aggiunge: “Ci sono troppi poveri. Un italiano su 4 è in povertà assoluta, 4milioni 750mila persone che devono essere aiutate. Il reddito è assolutamente doveroso da parte dello Stato”.

Silvio Berlusconi

Secondo il Cavaliere, il reddito di cittadinanza ha avuto anche delle conseguenze negative. Prosegue nel suo discorso spiegando: “Ad alcuni giovani, pare il 25%, hanno permesso di stare sul divano. A loro dobbiamo offrire una possibilità di lavoro, pensiamo di intervenire sui costi di una azienda che deve assumere. Le aziende che assumeranno giovani avranno come costo solo i soldi che entreranno nelle tasche del neo-assunto”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il tema ambientale

Poi per quanto riguarda la tematica ambientale, il politico italiano ha fatto un’altra promessa nella sua campagna elettorale: “Un milione di alberi? È uno dei punti sull’ambiente, mi piacerebbe che le città fossero circondate dai parchi. Con il verde si vive meglio, c’è l’aria più pulita”.

Secondo Berlusconi, il fatto che i cittadini si rechino alle urne per votare il 25 settembre “è molto importante, per le cose che sono capitate: l’ultimo governo eletto dagli italiani è stato il mio del 2008, allora ci sono stati 7 governi mai eletti, tutti di sinistra, e con il prossimo voto gli italiani possono tornare a contare qualcosa con il loro voto”.

E per quanto riguarda il sovranismo: “Preoccupazioni per il sovranismo in Italia? Certo, è stato adottato in Europa da alcuni partiti di estrema destra, ma da noi non può succedere perché ci siamo noi. La nostra presenza è estremamente rassicurante per l’Europa”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-09-2022


Aiea abbandona la centrale di Zaporizhzhia 

Cile: la nuova Costituzione è stata bocciata