Berlusconi: “Renzi è uscito dalla porta per rientrare dalla finestra”

Berlusconi: “Giusto che si allontani la data del voto, non siamo preparati. Aspettiamo la Consulta, poi potremmo mettere al lavoro una commissione con 100 tra i migliori esperti, per 4-6 mesi

chiudi

Caricamento Player...

Arrivato al Quirinale per gli auguri di Natale, nel pomeriggio di ieri (20/12 ndr), Silvio Berlusconi ha confidato al neo premier Gentiloni le sue preoccupazioni per le condizioni delle banche: “Alcuni dirigenti mi hanno raccontato che le famiglie hanno tolto 150 miliardi dal circuito bancario: li mettono nelle cassette si sicurezza o sotto il materasso, sono spaventati dopo il crack delle quattro banche. Mps va salvata, checché ne dica la Ue. Ma tutto il sistema va messo al sicuro“.

Elezioni e Mattarellum. Giusto che si allontani la data del voto, non siamo preparati. Aspettiamo la Consulta, poi potremmo mettere al lavoro una commissione con 100 tra i migliori esperti, per 4-6 mesi. Il Mattarellum? Ha funzionato, noi abbiamo vinto nel 2001, ma andava bene per un sistema bipolare. Oggi siamo nel tripolarismo. E serve una legge per far sì che la maggioranza parlamentare corrisponda a quella popolare“.

Renzi. Se n’è andato dalla porta ma è già rientrato dalla finestra come leader Pd. No, non ci sentiamo da tantissimo tempo. Governare insieme? Prima facciamo la legge elettorale“.

Napolitano. È stato regista di troppo cose che non mi sono piaciute“.

Vivendi. Preoccupato? Volete che alla mia età mi preoccupi qualcosa? Siamo sereni perché pensiamo che molti soci vogliano difendere il principio di italianità del primo gruppo delle comunicazioni italiano“.