Bernard Arnault l’uomo più ricco del mondo. Il magnate della moda francese è riuscito a superare Jeff Bezos in questa speciale classifica.

ROMA – Bernard Arnault è l’uomo più ricco del mondo. Il magnate francese, secondo quanto riportato da Forbes, all’apertura dei mercati americani di lunedì 24 maggio ha un patrimonio stimato di 186,3 miliardi di dollari. Una cifra più alta di 300 milioni di quello di Jeff Bezos (186).

Sembra essere più in difficoltà, invece, Elon Musk. Il crollo della criptovaluta ha portato il numero uno della Tesla a scivolare al terzo posto di questa speciale classifica con un patrimonio netto che si aggira intorno ai 147,3 miliardi di dollari.

La pandemia non ferma Arnault

Nonostante la pandemia, è stato un anno sicuramente molto importante per il magnate francese. In 14 mesi il suo patrimonio ha visto una crescita superiore ai 110 miliardi grazie ad una grande performance del suo gruppo LVMH e i numeri sembrano essere destinati ad aumentare.

Nella giornata di lunedì 24 maggio la multinazionale ha visto una crescita dello 0,4%, con una capitalizzazione di mercato a 320 miliardi di dollari. Un passaggio che ha spinto la quota personale di Arnault sopra i 600 milioni di dollari. Accoppiata destinata a continuare a crescere e, in futuro, non si esclude un nuovo duello tra i tre per il ruolo di persona più ricca del mondo.

LVMH
Fonte foto: https://www.facebook.com/lvmh

Iniziata la corsa per l’uomo più ricco del 2021

Il sorpasso di Arnault ha sicuramente acceso la corsa all’uomo più ricco del 2021. Jeff Bezos non ha sicuramente intenzione di lasciarsi sfuggire questo primato e da dietro ‘spinge’ anche Elon Musk, pronto a mettersi alle spalle il momento difficile ed iniziare a programmare il futuro.

Una vera e propria corsa a tre per il ruolo di leader della speciale classifica. Il magnate francese parte da un minimo vantaggio, ma tutto può succedere e non sono esclusi degli stravolgimenti già nelle prossime settimane.


Chi è Bernard Arnault, CEO di LVMH e uno degli uomini più ricchi del mondo

Salta la proroga del blocco dei licenziamenti. Orlando: “Lega e Confindustria hanno alzato le barricate”