Bernard Tapie è morto all’età di 78 anni. Il patron di Adidas e Olympique Marsiglia era malato da diverso tempo.

PARIGI (FRANCIA) – Lutto in Francia. E’ morto all’età di 78 anni Bernard Tapie, uno dei manager forse più conosciuti in tutto il Paese. La notizia della scomparsa è stata data dalla famiglia con un comunicato ufficiale. L’uomo da tempo combatteva con un cancro allo stomaco, diagnosticato nel 2017.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Morto Bernard Tapie, aveva 78 anni

La notizia della scomparsa dell’uomo è stata data dalla famiglia con una nota, riportata da La Repubblica: “Dominque Tapie e i suoi figli con infinito dolore annunciano la morte del marito e del padre Bernard Tapie questa domenica 3 ottobre alle 8:40 a causa di un cancro“.

Se n’è andato serenamente, circondato dalla moglie, dai figli, dai nipoti e dal fratello, presenti al suo capezzale. Ha espresso la volontà di essere sepolto a Marsiglia, la sua città del cuore“.

Ambulanza
Ambulanza

La carriera e il patrimonio

Il nome di Tapie è sempre stato sulle pagine dei giornali francesi. Figlio di un operaio e di una badante, l’imprenditore ha iniziato la sua carriera dal nulla e in poco tempo è diventato uno degli uomini più potenti e conosciuti in Francia. La sua passione per lo sport lo ha portato prima ad investire nel ciclismo e poi nel calcio e i risultati non sono mancati visto il Tour vinto con Bernard Hinault e i diversi successi ottenuti con l’Olympique Marsiglia.

Nel 1990 è entrato in possesso dell’Adidas ed è stato anche ministro durante la presidenza di Francois Mitterrand. Non sono mancati, però, i problemi con la giustizia. L’imprenditore nella sua vita ha trascorso anche 165 giorni in carcere per diverse vicende che lo hanno coinvolto negli anni ’90. Nonostante questo, Tapie è sempre stato collocato tra i 400 uomini più ricchi di Francia con la sua fortuna stimata intorno ai 150 milioni di euro.

ultimo aggiornamento: 03-10-2021


Jonghi Lavarini: “Nessuno faccia finta di non conoscermi”. Meloni sull’inchiesta di Fanpage, “Linciaggio in contumacia

Pandora Papers, l’indagine sui tesori segreti di capi di Stato e vip