Arriva la bicicletta che si guida da sola, il progetto del MIT chiamato Autonomous Bicycle esiste e si prenota via app.

La bicicletta autonoma che si autoguida è realtà ne sa qualcosa il MIT con il suo apporto nel progetto. Stiamo vedendo che la micromobilità è molto in avanti in questo periodo, con il progetto Autonomous Bicycle, procreato nell’anno 2020, con il settore della Mit Media Lab City Science. Il progetto non vale per la singola vendita ma punta anche forte sul servizio del bike sharing.

Autonomus Bicycles su muta in un triciclo quando essa si guida autonomamente. Ebbene Il gruppo di ricercatori in questo ambito ha modificato tutto. Attraverso diverse scelte per la guida autonoma.

Bicicletta Graziella
Bicicletta Graziella

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come si usa

Per utilizzare la Autonomous Bicycle project bisogna avere l’App dedicata per la bicicletta, attraverso il sistema ‘dockless’ che oramai conosciamo. Sistema che vede le bici sulla mappa, questo però un sistema di transizione in futuro sarà più semplice.

Prenotata la bici, l’utente la raggiunge, attraverso una mutazione la bici diventa triciclo. In cui la ruota posteriore si divide in due ruote separate. Questo per rendere il tutto confortevole è ampiamente riconoscibile.

Dal sito del MIT, si evince il perché di questo progetto: “Quando le nostre comunità si riprenderanno dalla pandemia di Covid-19, le biciclette costituiranno un’alternativa ai mezzi di trasporto pubblico sovraffollati e potenzialmente ingombranti“. Conclude.

Insomma il futuro è segnato, mezzi di mobilità elettrici, alcuni ad idrogeno ma soprattutto servizio di massa di sharing per chi non ha il denaro disponibile o è in viaggio per spostarsi senza costi altissimi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-07-2022


Superbike, Gran Premio d’Inghilterra: ecco dove vedere il GP

Gli incidenti aerei più gravi della storia: quali sono, dove sono stati e le statistiche