Un bimbo italiano di sei anni, è morto a Sharm El Sheik, nel corso di una vacanza con la famiglia. Il nucleo resiede nel palermitano.

Andrea Mirabile, sarebbe morto a causa di un’intossicazione alimentare, mentre il padre Antonio risulta ricoverato in ospedale in gravi condizioni.

La famiglia siciliana doveva trascorrere un periodo di ferie, quindici giorni, nella nota località turistica egiziana, situata tra il deserto della penisola del Sinai e il Mar Rosso, ma la vacanza si è trasformata in un incubo dopo aver consumato del cibo in zona.

sirene Polizia
sirene Polizia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Una tragedia

La tragedia si sarebbe sviluppata venerdì scorso, come hanno dettagliato i parenti italiani della famiglia. I protagonisti del dramma, pare abbiano consumato del cibo, sentendosi subito male.

I sintomi accusati, sono stati quelli tipici di una classica intossicazione alimentare. Sintomi che si sarebbero aggravati inesorabilmente, facendo precipitare il piccolo Andrea in un immediato ricovero ospedaliero.

Nonostante le cure, il bambino è morto meno di 36 ore dopo il ricovero, mentre il padre è stato trasferito e ricoverato in terapia intensiva.

Roberto Manosperti

“Venerdì scorso quando i miei parenti sono stati colti da malore improvviso. Un’intossicazione alimentante che lì è molto frequente. Mio nipote aveva sei anni ed è morto in 36 ore. Mio cognato Antonio Mirabile, 46 anni, che lavora all’Anas è ricoverato in terapia intensiva”, ha dichiarato Roberto Manosperti, zio materno del piccolo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-07-2022


Caso Elena Del Pozzo: la madre continua a mentire? L’indizio chiave

Ing Marie, la psichiatra uccisa a coltellate