BMW 3.0 CSL: omaggio a Pebble Beach

La BMW 3.0 CSL dopo aver sfilato al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, si presenta a Pebble Beach in livrea racing BMW Motorsport Nord America. Tecnologia del futuro e fascino del passato.

La BMW 3.0 CSL dopo essere stata presentata a livello di prototipo al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, si presenta a Pebble Beach in un nuovo allestimento Hommage R, dove l’ultima lettera sta per Racing. La Casa di Monaco ha infatti voluto celebrare i quarant’anni di BMW Motorsport Nord American realizzando un modello speciale della vettura che ne ha consentito la rapida affermazione in campo agonistico e commerciale sul mercato statunitense. L’occasione della Montrey Auto Week e del più celebre Concorso d’Eleganza del Mondo era troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire.

Ecco dunque accanto alla spettacolare BMW Concept M4 GTS, la BMW 3.0 CSL Hommage R in tipica livrea racing della Casa bavarese, che sostituisce quella gialla del prototipo visto sulle rive del Lago di Como. Ma la differenze non si fermano a qui. La fanaleria led anteriore, che incornicia la caratteristica griglia a doppio rene, è ancora più impressionante ed estrema. Dai fianchi emergono i possenti pneumatici con cerchi da 21” in matt gold, con intarsi neri. Spiccano i tubi di scarico sistemati in prossimità della parte finale dell’abitacolo. Sul retrotreno troneggiano l’alettone e il doppio diffusore in fibra di carbonio. Una striscia di led luminosi rende particolare ed aggressiva la fanaleria. Sulle fiancate il numero 25 ricorda le vittorie ottenute nel 1975 dalla CSL soprannominata Batmobile per le vistose appendici aerodinamiche estremamente spinte e futuribili per l’epoca.

Come la sua progenitrice del 1975 anche la BMW 3.0 CSL del 2015 è per molti versi futuribile e un vero concentrato di affascinanti tecnologie. Alla ricerca della massima integrazione tra pilota e auto, la BMW ha sviluppato una visiera per il casco che diventa parte integrante del cockpit. Sulla visiera, come sugli aerei da combattimento di ultima generazione, vengono proiettati i dati dell’auto: dalla velocità al numero di giri/motore, alla marcia inserita, evitando al pilota ogni movimento e consentendogli pertanto la massima concentrazione nella guida.

Super tecnologico anche il sedile che, nella ricerca della massima simbiosi tra uomo e macchina, è ideato come strumento per “interpretare” e controllare la vettura nelle diverse condizioni d’impiego. Ciò è stato reso possibile integrandolo nella struttura dell’auto, sino a far sì che questa trasmetta al corpo del pilota ogni variazione d’assetto.

Tuffo invece nel passato nella pur super tecnologica plancia con illuminazione da astronave e display di vario tipo. Sul pregiato legno di rivestimento spicca il profilo del circuito di Laguna Seca dove la BMW 3.0 CSL vinse nel 1975. Attenzione però, non si tratta di un’immagine statica, ma sul profilo sono riportate le “tacche” dei punti di frenata che vengono evidenziati elettricamente.

Poco o nulla si sa su cosa pulsa sotto il cofano, se non che si tratta di un’unità 3 litri a sei cilindri. Per saperne di più occorrerà attendere la presentazione ufficiale prevista allo IAA di Francoforte.

Clicca per ingrandire le foto

ultimo aggiornamento: 15-08-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X